Vuoi la tua pubblicità qui?
27 Settembre 2021

Pubblicato il

Furti in casa, baby ladro inseguito e arrestato a Latina

di Redazione
In manette un 19enne residente ad Aprilia, che ha minacciato i poliziotti con un cacciavite. Caccia ai due complici

Nella mattinata odierna, alle ore 10.20 circa, la Polizia di Stato, Squadra Volante, è intervenuta a Latina in via Pasubio, per segnalazione giunta al 113, di persone sospette che si aggiravano in un  condominio. Prontamente sul posto, gli operatori della Squadra Volante notavano tre uomini, corrispondenti alla descrizione fornita al 113, che uscivano di corsa da un portone del condominio e che, alla vista degli operatori di Polizia, si davano a precipitosa fuga, in direzioni diverse.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Due dei tre malviventi  riuscivano a dileguarsi, mentre il terzo, inseguito a piedi fino all’altezza di Piazza Santa Maria Goretti, vistosi raggiunto ed oramai esausto dalla corsa, impugnava un cacciavite in suo possesso, tentando di colpire l’operatore di Polizia che lo stava bloccando. L’agente riusciva, con prontezza ed agilità a schivare i colpi, e dopo una breve colluttazione bloccava definitivamente la persona, che veniva quindi condotta in Questura ed identificato per  Cristian Jovanovic, nato a Roma nel 96, di nazionalità serba, residente ad Aprilia, senza precedenti di polizia.

Dalla successiva denuncia presentata da uno dei condomini, si è constatato che i tre malviventi erano riusciti a perpetrare il furto in un appartamento, trafugando diversi preziosi. Jovanovic è stato arrestato per rapina impropria e lesioni personali ai danni del poliziotto, e terminate le formalità di rito, condotto presso la locale Casa Circondariale, a disposizione dell’Autorità giudiziaria. Sono attualmente in  corso attivissime indagini per risalire all’identità e al rintraccio dei due complici .

Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo