Vuoi la tua pubblicità qui?
13 Maggio 2021

Pubblicato il

Furto in un garage: ladri maldestri in azione a Guidonia

di Redazione

Arrestate due persone, tra i quali un pregiudicato di Tivoli. Erano scesi con l'auto in un garage per rubare vari attrezzi ma l'eccessivo peso ha impedito la risalita della rampa

Il tentativo di furto è  avvenuto il 6 novembre scorso. Due uomini sono giunti nei pressi di uno stabile di Villanova di Guidonia e, discesa con un' auto la rampa di un garage, hanno aperto la serranda di un box ed hanno caricato il veicolo con numerosi attrezzi, quali tagliaerba e motoseghe. Il peso eccessivo della refurtiva ha però giocato loro un brutto scherzo, in quanto una volta terminato il lavoro hanno provato a risalire la rampa del garage, ma l'auto, troppo carica, ha iniziato a slittare sull''asfalto reso viscido dalla pioggia.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Alcuni condomini si sono resi conto di quanto stava accadendo e hanno chiamato il 113. In pochi minuti gli agenti dell' ufficio di Polizia di Guidonia sono giunti sul posto e hanno tratto in arresto uno dei ladri, ancora alle prese con i problemi dell' autovettura, mentre il complice è riuscito a fuggire. Sono allora iniziate le indagini per identificare il fuggitivo. Gli investigatori sono dapprima risaliti al proprietario dell''autovettura. Poi, esaminando il tabulato telefonico dell' arrestato, sono emersi i contatti intercorsi nell' orario del furto proprio tra l'arrestato e il titolare del veicolo, facendo quindi ritenere potesse essere proprio lui il complice.

 Una volta giunti alla sua identificazione, sono quindi iniziati i servizi di osservazione e pedinamento per giungere alla sua individuazione. L'uomo, risultato essere un 55enne di Tivoli con numerosi precedenti di polizia specifici, nella giornata di ieri è stato scovato nell' abitazione della sorella, situata sempre a Guidonia. Riconosciuto senza alcuna incertezza dai testimoni presenti in occasione del tentativo di furto, è stato quindi denunciato all''autorità giudiziaria, mentre il complice, già processato per direttissima, è stato condannato a 19 mesi di reclusione. (Com/Mel/ Dire

Vuoi la tua pubblicità qui?
Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento