Vuoi la tua pubblicità qui?
15 Maggio 2021

Pubblicato il

Gdf Roma, Anagni: Sequestrate 140mila paia false Nike, denunciato cinese

di Redazione

Individuato nell'area industriale di Anagni un capannone di 5000 mq che fungeva da centro di stoccaggio di prodotti contraffatti

I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Roma hanno individuato e sottoposto a sequestro, nell'area industriale di Anagni (FR), un vero e proprio centro di stoccaggio di prodotti contraffatti, denunciando un soggetto di nazionalità cinese, rappresentante legale della società proprietaria della merce.

Vuoi la tua pubblicità qui?

In particolare, l'attività è scaturita dal controllo economico del territorio posto in essere dai Finanzieri del Gruppo di Tivoli i quali, durante un servizio di pattugliamento nella zona industriale di Guidonia (RM), hanno fermato e sottoposto a ispezione un furgone condotto da un cittadino italiano. Tra la molta merce trasportata, i militari notavano numerose paia di scarpe riportanti il marchio di uno sconosciuto brand cinese.

Vuoi la tua pubblicità qui?

I militari hanno sottoposto a perquisizione il capannone, di circa 5000 mq, rinvenendo e sequestrando oltre 140.000 paia di scarpe, realizzate con materiali di scarsa qualità e riproducenti illecitamente il form factor di diversi modelli del marchio NIKE. La merce sarebbe stata presumibilmente poi ceduta a soggetti che, alimentando il mercato del falso e l'abusivismo commerciale, avrebbero apposto artigianalmente i loghi del noto marchio americano.

Il valore stimato delle calzature intercettate è di circa 3 milioni di euro. Il cittadino cinese, rappresentante legale della società e peraltro già noto alle forze dell'ordine per precedenti penali specifici, è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Tivoli per i reati di contraffazione e ricettazione. (Com/Tar/ Dire) 

Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento