Vuoi la tua pubblicità qui?
03 Luglio 2020

Pubblicato il

Governo, Conte: Oggi rassegno dimissioni da Premier. In Aula scontro con Salvini

"Mi recherò dal presidente della Repubblica per comunicare la fine dell'esperienza di governo e rassegnare nelle sue mani le dimissioni da presidente del consiglio"

Mentre Giuseppe Conte parla al Senato, Salvini prende appunti, si tocca il naso, alza le sopracciglia.
Un controdiscorso, un commentario in diretta delle parole del premier, affidato alla mimica facciale e dei gesti. La Lega "viene meno al solenne impegno assunto a inizio legislatura", dice Conte. E Salvini alza platealmente le sopracciglia. Poi quando Conte accusa la Lega di "irresponsabilità" e di aver premesso "gli interessi di partito" a quelli del Paese, dai banchi della Lega arrivano aperte contestazioni che Salvini placa a stento. Prima con la mano, poi con le mani giunte in segno di preghiera, infine col pollice in segno di intesa, rivolto ai suoi.

"La verità è che all'indomani del voto europeo, Salvini ha posto in essere un 'operazione di distacco e pretesto per lasciare il governo". E' l'accusa centrale che il premier Giuseppe Conte rivolge al vicepremier Matteo Salvini, intervenendo nell'Aula del Senato. "Questa decisione tuttavia ha compromesso il lavoro sulla legge di bilancio", aggiunge Conte. Mentre il premier parla Salvini al suo fianco ha commentato prima scuotendo il capo, quindi a parole: "Questa è una balla proprio". Conte gli risponde, fuori microfono: "Se vuoi te lo dimostro". E Salvini: "Quando ti pare". 

 "Far votare i cittadini è l'essenza della democrazia, sollecitarli a votare ogni anno è irresponsabile". Così il premier Giuseppe Conte in aula al Senato.

 "Le decisioni della Lega che ha presentato una mozione di sfiducia e l'immediata calendarizzazione e i comportamenti seguenti mi impongono di interrompere qui questa esperienza di governo"

"Alla fine del dibattito parlamentare mi recherò dal presidente della Repubblica per comunicare la fine dell'esperienza di governo e rassegnare nelle sue mani le dimissioni da presidente del consiglio". Così il premier Giuseppe Conte. 

"Giuseppe Conte si dimette. Il suo governo ha fallito ma il presidente del consiglio lascia con stile. Tra poco intervengo in Senato". Così Matteo Renzi su Twitter. 

 

(Rai/Bol/ Dire) 

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento

Condividi