Vuoi la tua pubblicità qui?
11 Luglio 2020

Pubblicato il

Gravissimo incidente sull’Aurelia Bis: morto centauro 29enne

di Redazione

Si tratta di Valentino Galanutomo di Monte Romano, coinvolto in un pauroso frontale che ha causato anche 5 feriti

Una carambola violentissima, che ha stroncato un'altra giovane vita. L'ennesimo incidente stradale è avvenuto ieri pomeriggio, intorno alle 16.30, sulla via Aurelia bis, al chilometro 10+100, nel territorio compreso nel comune di Monte Romano. A farne le spese è stato il 29enne Valentino Galantuomo di Monte Romano, molto conosciuto a Viterbo e provincia ma anche a Roma, essendo pr per varie discoteche e gestore di un ristorante nel capoluogo della Tuscia.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Il ragazzo viaggiava a bordo di una moto in direzione Monte Romano quando, per cause ancora in corso di accertamento, ha avuto un frontale con una Citroen C3. L'impatto è stato tremendo: Valentino è stato sbalzato dalla sella della moto, compiendo un pauroso volo. Nel frattempo la Citroen è stata tamponata da un'altra vettura, a sua volta scontratasi con un altro mezzo che giungeva da dietro. L'impatto ha provocato il ferimento di cinque persone, una delle quali è stata trasportata in eliambulanza al policlinico Gemelli di Roma, dove sarebbe in prognosi riservata. Gli altri sarebbero meno gravi, tre dei quali sono stati ricoverati a Civitavecchia e uno a Viterbo.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Come accade in occasione di questi gravi sinistri, la via Aurelia Bis è stata chiusa al traffico per consentire i soccorsi da parte dei sanitari del 118 e la messa in sicurezza della strada da parte degli agenti della Polizia Stradale e del personale dell'Anas. Per varie ore gli automobilisti sono stati impossibilitati a dirigersi verso Viterbo, mentre lunghe code si sono formate sull'Aurelia.

Ma il primo pensiero non può che andare a Valentino Galantuomo, alla sua famiglia e alle tante persone che lo hanno conosciuto, le quali stanno trascorrendo momenti di profondo dolore.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento

Condividi