Vuoi la tua pubblicità qui?
12 Giugno 2021

Pubblicato il

I Giallorossi della Roma Volley a un passo dal primato

di Redazione

Ai giallorossi già promossi e primi sabato prossimo a Civitavecchia basta un punto per chiudere in testa da soli il campionato

Ai giallorossi già promossi e primi sabato prossimo a Civitavecchia basta un punto per chiudere in testa da soli il campionato.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Una Roma formato super non lascia scampo al Pomezia e in poco più di un’ora archivia la pratica con un netto 3 a 0. Alla compagine giallorossa, già promossa, basterà conquistare un punto a Civitavecchia per mantenere il primato da sola a discapito del Sabaudia, che ha vinto al tiebreak sul campo del Club Italia ed è seconda a tre punti. In caso contrario, Roma sarebbe in testa a pari merito con Sabaudia (che riceve l’Iglesias fermo a zero punti sabato prossimo) ma risulterebbe seconda per una differenza set negativa negli scontri diretti.

Vuoi la tua pubblicità qui?

All’andata contro Sabaudia Roma perse in casa 3 a 0, al ritorno vinse 3 a 1: un solo set farebbe dunque la differenza. Il verdetto sul primo posto è così rinviato a sabato prossimo, all’ultima giornata, ma Roma il suo campionato l’ha già vinto conquistando una splendida e meritatissima promozione. 

La partita con il Pomezia non è mai stata in discussione: Roma parte forte già dal primo set (9-4, 12-5, 15-9 i primi parziali) che chiude sul 25-13 in 21 minuti. Il secondo set è meno scontato: Pomezia resta in partita (da 10-5 a 12-10, da 19-13 a 21-19) ma alla distanza un super Tozzi trascina la Roma sul 2 a 0. L’opposto giallorosso sale in cattedra, Panici e Maiorini mettono a segno punti pesanti e gli ospiti crollano con un doppio errore in battuta che sancisce il 25-21. Il terzo set è una formalità: Roma se l’aggiudica con un 25-15 eloquente, e l’ultimo punto porta la firma del capitano storico Grigioni. 3-0 il finale di un match dominato dalla Roma dall’inizio alla fine.

 “Sono felice e orgoglioso dei miei ragazzi, dice il presidente Andrea Montemurro. Speravamo di poter festeggiare il primato solitario aritmeticamente con questa vittoria ed invece dovremo attendere ancora. Ma a prescindere da come andrà una cosa è certa: siamo promossi e la nostra impresa è già negli annali di questo sport. In più abbiamo valorizzato alcuni giovani come il classe ’99 Carlini, che anche in questa gara si è disimpegnato molto bene”.

Al termine, la parola ai giocatori Leonardo Bruno e Fabio Maiorini. Bruno esalta la forza del gruppo: “Anche contro il Pomezia tutti abbiamo dato il massimo, senza sottovalutare la partita. Con questa mentalità andremo a Civitavecchia per l’ultima di campionato: dovremo fare l’ultimo sforzo ma vogliamo coronare lo splendido girone di ritorno che abbiamo disputato. Sono sicuro che si vedrà ancora una volta una grande Roma”.

Dello stesso avviso Maiorini: “Vogliamo andare a vincere anche a Civitavecchia. Abbiamo acquisito una mentalità vincente negli ultimi mesi che ci ha fatto crescere tantissimo. Di questo dobbiamo dare merito al nostro presidente Andrea Montemurro, che dopo la sconfitta in casa contro il Civitavecchia all’ultima di andata ci riprese in maniera decisa: quella sua strigliata è servita moltissimo, ci ha fatto bene sotto tutti i punti di vista, continua Maiorini.

Non a caso, dopo allora abbiamo vinto 11 partite su 12 in tutto il girone di ritorno. E adesso andiamo a Civitavecchia per cercare di ottenere il massimo, come sempre”. Sabato prossimo, la già promossa Roma è chiamata a difendere e confermare il suo primo posto (inizio ore 15.30) sul campo di un Civitavecchia quart’ultimo e ancora impegnato nella lotta per non retrocedere.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento