Vuoi la tua pubblicità qui?
15 Maggio 2021

Pubblicato il

Il gruppo “Siamo Valmontone” boccia del tutto la Giunta Latini

di Redazione

Stroncatura completa per il documento contabile del prossimo anno: nessuna risposta ai bisogni della città

Duro attacco del Gruppo consiliare “Siamo Valmontone” al sindaco Alberto Latini. “Dalla Giunta – si legge nel comunicato – anche per il 2019 nessun nuovo investimento e nessuna nuova risposta alle esigenze dei valmontonesi. Il sindaco ci ha già fatto passare per una città in cui nessuno paga le tasse, ora con il nuovo bilancio preventivo continua a parlare soltanto di pagare i debiti e non c'è nessuna nuova risposta alle richieste di investimento e sviluppo economico e sociale della nostra città”.

Vuoi la tua pubblicità qui?

A fronte di tutto questo, prosegue la nota, “ieri abbiamo votato contro l'ennesimo bilancio preventivo che non abbassa le imposte, non riduce adeguatamente la Tari, non prevede risorse per l'abbattimento delle barriere architettoniche, non prevede borse di studio per i nostri ragazzi, non stanzia risorse per il completamento del nodo di scambio ferroviario e, se non fosse stato per un nostro emendamento, non avrebbe previsto nemmeno risorse per il Consiglio comunale dei giovani”.

Una stroncatura in piena regola. Che prospetta un 2019 particolarmente difficile per i residenti: “Dall'Amministrazione comunale – conclude il comunicato del Gruppo consiliare “Siamo Valmontone” – i cittadini si attendono sviluppo, riduzione delle tasse, sicurezza, attenzione al sociale ed equità. Tutto ciò non ci sarà nemmeno il prossimo anno”.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Leggi anche:

Mario Monti dixit: “Il Governo ha ceduto parte della sovranità alla UE”

Ncc e bus turistici: due proteste furibonde, ma “con le gomme sgonfie”

Carburanti. Denuncia Codacons: il petrolio scende molto, i prezzi no

Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento