Vuoi la tua pubblicità qui?
09 Luglio 2020

Pubblicato il

Il ministro obbliga la Snia – Caffaro a bonificare il fiume Sacco

di Redazione

Il provvedimento del ministro Galletti, è il primo del genere da quando nel 2006 è stato approvato il Codice ambientale

Il ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti ha firmato un'ordinanza che "obbliga le società per azioni interessate a svolgere tutte le attività necessarie per proseguire il progetto di bonifica dei siti d'interesse nazionale di Brescia Caffaro, Grado e Marano (Torviscosa) e Bacino del Fiume Sacco (Colleferro), colpiti da un grave danno ambientale per l'inquinamento prodotto dal gruppo Snia-Caffaro". Il provvedimento del ministro, "primo del genere da quando nel 2006 è stato approvato il Codice ambientale- spiegano dal ministero dell''Ambiente- si rivolge a tutti i soggetti giuridici che derivano dalla società originariamente responsabile o che esercitano attività di controllo su di essa: nello specifico, le società per azioni Sorin, Bios, Ge Capitale, Monte di Paschi di Siena, Unipol e Mittel". Il ministero dell'Ambiente ha inoltre dato mandato all'Avvocatura dello Stato di ricorrere contro la fusione tra Sorin Spa (beneficiaria di una scissione societaria da Snia) e la società Cyberonics, per garantire il rispetto degli obblighi di bonifica.

Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento

Condividi