09 Agosto 2020

Pubblicato il

Il Nobel per la pace andava assegnato a Greta Thumberg

di Redazione

L'attivista svedese è e sarà un simbolo globale. Un fatto epocale con tutto il rispetto per il premier etiope vincitore del premio

Una delusione e forse un errore. Il Nobel per la pace andava assegnato a Lei. Greta Thumburg, non solo per il suo impegno per l'ambiente. La giovane attivista svedese, infatti, ha fatto molto di più: risvegliare la coscienza di migliaia di giovani in tutto il mondo.Lei è e sarà un simbolo globale. Scusate se è poco. Un fatto epocale con tutto il rispetto per il premier etiope. Eppure il web continua a fare ironia. E questo non è bello. Si continua a parlare di fantomatiche teorie complottiste che la vorrebbero strumento di una maxi operazione di marketing. 

In barba a queste illazioni ne approfittiamo per invitarvi alla lettura del libro scritto da Greta: una sorta di denuncia e un invito a tutti a prendere coscienza delle gravi condizioni in cui versa il nostro Pianeta. Per la rete di attivisti Fridays For Future nata proprio dalla sua iniziativa, cambiare il nostro modo di vivere e di consumare deve essere una priorità di tutta l'umanità. È un appello tanto ai governi quanto alle persone comuni che – ciascuno nel proprio piccolo – devono intraprendere uno stile di vita più sostenibile.

Un appello indirizzato anche al  Nobel per la pace 2019, assegnato ( a proposito) al premier etiope Abiy Ahmed Ali "per i suoi sforzi  – si legge nella motivazione – per raggiungere la pace e la cooperazione internazionale, e in particolare per la sua decisiva iniziativa per risolvere il conflitto di confine con la vicina Eritrea".

 

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento

Condividi