Vuoi la tua pubblicità qui?
17 Maggio 2021

Pubblicato il

Il programma tv “Le Iene” è sotto processo a Milano

di Redazione

E' accusato di diffamazione per aver messo in dubbio la veridicità di articoli pubblicati su "Nuovo" e "Diva e Donna", i due settimanali di Urbano Cairo

Il programma tv "Le Iene" è sotto processo a Milano. E' accusato di diffamazione per aver messo in dubbio la veridicità di alcuni articoli pubblicati da due settimanali, "Nuovo" e "Diva e Donna", entrambi appartenenti al gruppo editoriale di Urbano Cairo. Sul banco degli imputati siedono Davide Parenti, autore e regista della trasmissione, il giornalista de Le Iene, Filippo Roma e l'ex direttore di Italia Uno, Luca Tiraboschi. Sono stati poi querelati da Cairo, sempre per diffamazione, la showgirl Elenoire Casalegno, l'attrice Vanessa Incontrada e i cantanti Anna Tatangelo e Gigi D'Alessio. Tutti e quattro sono accusati di aver dichiarato il falso in tv ai danni delle riviste di Cairo. Pochi giorni fa è stata sentita in aula, ma solo come teste, anche la famosissima showgirl argentina Belen Rodriguez. In un articolo pubblicato su "Diva e Donna", sarebbero state riportate alcune dichiarazioni che, secondo Belen, lei non ha mai rilasciato. "In quell'articolo ci sono solo bufale che mi mettono davvero a disagio" ha detto Belen, "e a causa delle quali ho anche litigato con il direttore della rivista. Ma non ho querelato nessuno perché queste querele non portano mai a nulla. In passato, per lo stesso motivo e in situazioni simili, ho sporto querela contro diversi giornali ma tutto è finito in nulla. Così adesso non querelo più perché sono stanca di spendere soldi per niente". Belen Rodriguez ha detto che uno dei due articoli sotto accusa, dove si parla della sua vita matrimoniale, "è sicuramente inventato". Ma alla domanda di uno degli avvocati difensori di Cairo, che le chiedeva quando era rimasta incinta di suo figlio Santiago, Belen ha risposto di non ricordare l'anno preciso perché "con le date sono proprio un disastro". Gli avvocati di Cairo le hanno contestato che le stesse informazioni contenute nell'articolo "inventato", erano state ripetute dal giornalista di gossip Gabriele Parpiglia nella trasmissione di Canale 5 "Verissimo". E che Parpiglia è un suo caro amico. Belen ha risposto che in quel periodo loro due non erano più amici e non si frequentavano. Riguardo alla video- intervista rilasciata a Filippo Roma per Le Iene, Belen ha precisato che quella era stata invece un'intervista seria e professionale e che quanto da lei lì dichiarato era tutto vero. Elenoire Casalegno, Vanessa Incontrada, Anna Tatangelo e Gigi D'Alessio sono accusati di aver dichiarato il falso in tre puntate de Le Iene. Tutti e quattro hanno detto a Filippo Roma che le loro interviste pubblicate dai due settimanali di Cairo erano state "completamente inventate". "Non ho mai rilasciato interviste a quei settimanali", ha risposto ai pm Elenoire Casalegno, riferendosi nello specifico ad un articolo sul tema della chirurgia estetica. "Non ho mai rilasciato interviste a "Nuovo" e non ricordo di aver mai incontrato la giornalista che ha firmato l'articolo", ha detto ancora Elenoire. L'attrice Vanessa Incontrata deve anche rispondere di quanto ha scritto in un tweet. "Quel tweet l'ho scritto d'istinto, subito dopo aver letto l'articolo", ammette Vanessa, "in quel momento non ho pensato di essere un personaggio pubblico. Ho sottovalutato che quanto stavo scrivendo avrebbe potuto avere conseguenze simili. Non ci ho dato peso. Ho capito la gravità di quel tweet solo quando sono stata querelata". A tutto questo, Urbano Cairo risponde che negli archivi dei settimanali "Nuovo" e "Diva e Donna" sono conservate le registrazioni delle interviste che questi vip dicono di non aver mai rilasciato. Il processo è rinviato al 27 novembre, quando verranno sentiti in aula gli imputati Anna Tatangelo e Gigi D'Alessio.

Vuoi la tua pubblicità qui?
Vuoi la tua pubblicità qui?
Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento