Vuoi la tua pubblicità qui?
10 Aprile 2021

Pubblicato il

Il sindaco anticamorra: “Ricostruiremo questa terra”

di Redazione

Renato Franco Natale, neo sindaco di Casal di Principe, è intervenuto ai microfoni di Radio Radio

Renato Franco Natale, il neo sindaco anticamorra del comune di Casal di Principe è intervenuto su Radio Radio, nel corso della trasmissione "Una serata speciale" condotta da Francesco Vergovich. Da sempre la sua posizione politica è fondata sulla lotta alla criminalità organizzata. Con il sostegno di alcune liste civiche, ha ottenuto al ballottaggio il 68% delle preferenze, superando nettamente la coalizione di Enricomaria Natale fermo al 32%.

Per Renato Franco Natale di tratta di un ritorno. Fu infatti già sindaco di Casal di Principe nel 1993, ma la sua amministrazione fu interrotta bruscamente poco dopo l'uccisione nel marzo del 1994 di don Peppino Diana, il religioso che aveva sfidato apertamente la camorra e che fu ammazzato con cinque colpi di pistola nella sacrestia della Chiesa prima della celebrazione della messa. 

Sindaco, vista la sua schiacciante vittoria, possiamo dire che qualcosa sta cambiando sul serio da quelle parti?

"E' un cambiamento che viene da lontano. Il percorso è già stato avviato alcuni anni fa".

Vuoi la tua pubblicità qui?

Lei sa ormai riconoscere il personaggio che viene da un ambiente malavitoso. Le è mai capitato che una persona si sia rivelata diversamente da quello che appariva? 

Vuoi la tua pubblicità qui?

"Tra gli obiettivi di questa amministrazione c'è una sorta di riconciliazione cittadina. Anche chi in passato ha fatto scelte sbagliate deve avere una possibilità. Ovviamente mi è capitato di conoscere persone che in apparenza sembravano degli angeli ma che poi si sono rivelate dei demoni".

Si sente un paladino della giustizia e quale sarà la prima cosa che farà da sindaco?

"La prima cosa che farò, oltre alla cittadinanza onoraria a Roberto Saviano, sarà quella di ricostruire questa terra. Dobbiamo dare concretezza alle speranze e ai sogni di questa gente".

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento