Individuate due sagome su Nanga Parbat. Riprendono le ricerche di Nardi

L'ultima speranza per le ricerche di Daniele Nardi e Tom Ballard è affidata a un avvistamento effettuato con i telescopi sulla montarinale del Nanga Parbat sono state avvistate due sagome, ad annunciarlo è la pagina Facebook ufficiale di Daniele Nardi.

A breve sarà effettuata una ricognizione in elicottero "per la valutazione ravvicinata di alcune immagine del telescopio". A comunicare la novità allo staff di Nardi è stato l'alpinista basco Alex Txikon, impegnato, con il suo team, nelle ricerche dei due scalatori, dispersi da 12 giorni sulla parete nord occidentale del Nanga Parbat. "Alex ci comunica che ieri dal campo base ha individuato due sagome sulla montagna; da questa mattina all'alba, stanno operando per effettuare osservazioni approfondite della parete", si legge sulla pagina facebook di Daniele Nardi. "All'arrivo degli elicotteri, previsto a breve – spiega il post – sarà avviata una esplorazione lungo la via Mummery per la valutazione ravvicinata di alcune immagini del telescopio".

Il basco volerà dunque in elicottero per perlustrare quella parte di montagna e, se non dovesse rilevare nulla, allora, come annunciato da Txikon stesso ieri, con gli elicotteri tornerà a Skardu e poi di nuovo sul K2 da dove era stato prelevato sabato scorso.

LEGGI ANCHE:

Guidonia, 17enne suicida dopo aver subito il rimprovero dei genitori

Vaccini, i pediatri del Lazio: "No a slittamento 10 marzo per l'obbligo"