05 Agosto 2020

Pubblicato il

Intervista a Marco Capretti in scena con “6 Soliti NOTI”, tra teatro e cabaret

di Redazione

Marco Capretti è attore, show man e comico. Volto noto al grande pubblico per la partecipazione a Made in Sud.

Marco Capretti è attore, show man e comico. Volto noto al grande pubblico per la partecipazione a Made in Sud. Tra i suoi personaggi comici si ricordano: l'uomo del web con il tormentone "stanno in mezzo a noi", il fidanzato "preoccupatissimo" con i suoi monologhi sulla vita di coppia e l'inventore della prima "challenge" tra la fiction e la realtà. Capretti è monologhista di S.C.Q.R. Sono Comici Questi Romani in onda su Commedy Central nel 2012 e nel 2013. Ha all'attivo Comedy Tour, TG2 Insieme, Stracult, Seven Show, Ottovolante su Radio 2. Nel 2018 e 2019 conduce le edizioni del Vertical Movie Festival, il primo festival di video verticali.

Dal 3 al 15 marzo ti vedremo al Teatro Roma con la commedia cabaret "6 soliti noti". Di cosa si tratta e qual è il ruolo che interpreti?

E' uno spettacolo davvero unico nel suo genere, unisce due forme d'arte, quella del teatro e quella del cabaret, una commedia farcita da interventi comici tutti differenti l'uno dall'altro nelle tecniche, nelle esposizioni e nei personaggi, insomma un mix che sono sicuro divertirà molto il pubblico. Io sono una delle 6 diverse tipologie di comicità quella del monologhista che prende spunto dal quotidiano per estrapolarne i colori più grotteschi e comici. 

Cosa deve aspettarsi il pubblico che viene a teatro?

Divertimento e risate! Ma potrà scoprire, anche, le diverse tipologie di comicità ed apprezzarne delle nuove. Dietro un risata c'è un lavoro lungo in questo spettacolo il pubblico farà una sorta di tour, percorrendo le vie principali che portano al buonumore.   

Come hai iniziato a muovere i primi passi nel mondo dello spettacolo?

Da bambino facevo battute e tutti ridevano, così da adolescente e poi da ragazzo, mi sembrava una cosa facile, poi ho scoperto quanto sia duro e spietato questo mestiere, comunque è sempre meglio che lavorare!

Quanto è importante la risata al giorno d'oggi?

Fondamentale direi, se ascolti il telegiornale ti deprimi, se esci di casa tra traffico e smog ti intossichi, se pensi a quello che ti fanno mangiare ti avveleni, l'unico antidoto naturale è il buonumore, sedersi, non pensare a nulla e ridere. La scienza parla chiaro ridere fa bene alla mente e al fisico.

Quali saranno i tuoi prossimi impegni?

Sto girando una trasmissione in Sicilia, mi preparo al tour estivo con un nuovo repertorio molto divertente ma anche con spunti di riflessione parlerò di haters, di violenza sulle donne e di intolleranza razziale, perché la comicità non è soltanto un mezzo per divertire ma serve anche a comunicare al pubblico messaggi positivi. 

Teatro Roma

 

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento

Condividi