Vuoi la tua pubblicità qui?
13 Maggio 2021

Pubblicato il

Intervista al Mister più bello d’Italia Francesco Baldanza

di Adriano Di Benedetto

Abbiamo chiesto a Francesco di parlarci delle sue aspirazioni, dei suoi sogni: risposte convincenti FOTO

Mi chiamo Francesco Baldanza, ho 24 anni, vivo a Portoscuso, un paese della nostra amata Sardegna, sono diplomato in scienze sociali ma nella vita faccio l’istruttore di fitness, gestisco una palestra con altre tre persone.

La passione per lo sport è arrivata prima di qualsiasi altra cosa, come qualcosa di innato, un'altra grande passione è la pesca in apnea, amo immergermi in queste acque meravigliose che offrono un panorama spettacolare è un modo per evadere, dove sono solo con me stesso in compagnia del mare, la Sardegna si presta a questo tipo di attività, avendo delle coste favolose e dei fondali splenditi.

Per quanto riguarda la moda, il nostro primo incontro è avvenuto un anno e mezzo fa circa, tutto è nato per caso, con la proposta di un amico che mi chiese di partecipare ad una serata per la Style Models Agency, dopo qualche pensiero mi lasciai convincere e provai questa nuova esperienza vincendo la mia prima fascia come mister estate.

Da qui inizia un percorso che mi porta fuori dalla Sardegna, con il primo concorso nazionale Mister Made in Italy nel quale arrivai secondo.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Quest’anno invece, dopo qualche sfilata iniziale, conquisto il titolo di Mister Sardegna 2014 che mi apre le porte alla finale nazionale Mister bello d’Italia svoltasi a Fiuggi, ed  eccomi qui! Il titolo è arrivato…Questo è il mio punto di partenza.

Vuoi la tua pubblicità qui?

In questi giorni è ricorrente una domanda, sei consapevole del fatto che il fisico sarà la prima cosa a passare? Rispondo pubblicamente che il mio sogno più grande è quello di diventare un attore e per fare questo bisogna studiare molto oltre ad avere qualcosa di innato, un nostro professore ha detto, “Il fisico è un valore aggiunto”.

Mi ricollego a questa affermazione, non potendo  negare il fatto che mi sia stato utile e che abbia contribuito alla vincita di questo titolo.

Concludo ringraziando la mia famiglia che mi ha sostenuto in ogni momento e che questo titolo mi aiuti ad entrare in un nuovo mondo e intraprendere un percorso di studio e formazione per realizzare il mio sogno. 

Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento