Vuoi la tua pubblicità qui?
06 Dicembre 2021

Pubblicato il

L’Italia con il vuoto…a perdere

di Redazione
Anche la FIAT abbandona la nave che affonda

Con il Parlamento italiano che prosegue “lavori” che interessano solo loro e le tasche degli italiani, tra liti e dispettucci vari che sembra di essere alle elementari durante la ricreazione, prosegue l'evacuazione delle aziende più importanti. Con la sirena d'allarme suonata da un pezzo e come si fosse ancora sulla Concordia allo sbando, si continua ad imbarcare acqua e non c'è modo di vedere luce. Comandante e ufficiali irreperibili. Ogni tanto un comunicato: “la navigazione è in ripresa…” e ancora, “lo scoglio è stato superato…”.
Peccato, però, che nel frattempo ci siano già le cabine allagate, i primi feriti, le prime tragiche perdite… Lo scoglio è sempre lì e la nave non avanza neanche di un metro, anzi comincia ad inclinarsi..

E allora ecco la FIAT che non è più FIAT e cambia residenza. Nonostante le valanghe di aiuti continui dal dopoguerra in poi se ne va, maglione in spalla, ad imparare l'inglese. Polemiche a non finire! Sì, sul nuovo nome che ha adottato e che a molti intellettuali e politici ricorda solo un altro modo più eccitante per chiamare l'organo genitale femminile…
La vecchia casa torinese è in buona compagnia, negli ultimi anni, infatti, molti dei marchi italiani più noti sono finiti all'estero. Peroni, Motta, Perugina, Parmalat, Locatelli, Invernizzi, Bertolli, Carapelli, Gucci, Pernigotti, Benelli, Gancia, Algida, Findus, Cademartori, Bulgari, Ducati, Zanussi, Riso Scotti… per non parlare della Telecom Tim. La lista è infinita, quasi come i Paesi dove i naufraghi sono approdati, dalla Germania alla Francia, dalla Svizzera alla Turchia all'Argentina, solo per fare qualche nome.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Intanto pare che nessuno si sia accorto della falla che sta affondando la nave e della fuga di chi riesce ancora a nuotare, ad essere salvato. La lista passeggeri continua ad assottigliarsi che nemmeno il decreto svuota carceri riesce a sopperire.

Comandante e ufficiali ancora in plancia. Anzi no, il Comandante è sulla scialuppa anche lui, direzione SOCHI.

Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo

Vuoi la tua pubblicità qui?