Vuoi la tua pubblicità qui?
07 Maggio 2021

Pubblicato il

L’osteopatia: storia, principi e trattamento osteopatico

di Redazione

Osteopatia, etimologicamente, deriva da “osteon”, osso e “pateia”, sensibile a ..ed è un tipo di medicina alternativa

In questo articolo vedremo in cosa consiste l’osteopatia e quello che fa l’osteopata. Osteopatia, etimologicamente, deriva da “osteon”, osso e “pateia”, sensibile a ..ed è un tipo di medicina alternativa che pone l’accento sul riaggiustamento manuale, sul rilascio miofasciale e altre manipolazioni fisiche dei muscoli e delle ossa. L’obiettivo dell’osteopatia è ridurre il dolore del corpo tramite la stimolazione delle capacità di recupero e autoguarigione di ognuno.

Coloro che praticano l’osteopatia si dicono “osteopati” e si occupano appunto di ristabilire l’armonia corpo-mente in seguito ad uno squilibrio generatosi a causa di un sintomo doloroso.

Storia

Si comincia a praticare l’osteopatia attorno al 1874, quando Andrew Taylor Still, un medico di guerra, conia il termine e fonda questa pratica alternativa.

Still pensava che la medicina tradizionale fosse inefficace sotto molti punti di vista, addirittura dannosa, perché non considerava il corpo nella sua dimensione olistica.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Contrastò l’utilizzo della chirurgia e dei farmaci laddove non fossero l’unica cura per un certo problema fisico e pensava che il corpo fosse in grado di curarsi da solo, relagando al medico il compito di eliminare ciò che impediva le normali funzioni.

L’osteopata infatti stabilisce quali sono gli impedimenti per una correta guarigione ad es. una postura errata, problemi all’apparato digestivo, vascolare ma anche problemi psicologici.

I principi fondamentali dell’osteopatia

Questa pratica della medicina alternativa si basa su quattro principi fondamentali.

  1. Principio di unità del corpo umano: Still situa l'unità del corpo umano a livello del sistema mio-fascio-schelettrico. Questo sistema riunusce tutti gli organi ed è in grado di mostrare indizi dei traumi che subisce, anche se irrisori. Attraverso il suddetto sistema si attua anche la concatenazione dei disturbi con possibili effetti a distanza.
    E’ sempre per il suddetto principio che un trauma non si ripercuota su tutti e tre gli elementi di corpo, mente e spirito.

  2. Il principio di autoguarigione. Secondo questo principio il corpo contiene tutti gli strumenti in se stesso per prevenire e curare le malattie. Quando questo non avviene è perché i sistemi di autoregolazione non stanno funzionando nella maniera corretta. In altre parole probabilmente c’è un impedimento sulle vie della nutrizione tissulare o dell’eliminazione delle scorie. Il compito dell’osteopata è proprio quello di eliminare gli ostacoli che impediscono al nostro corpo di autoguarirsi.

  3. Il principio della relazione struttura-funzione: gli impedimenti, secondo questo principio, sono da ricercare nelle strutture corporee, cioè all’interno del sistema mio-fascio-schelettrico. Le articolazioni possono, a seguito di traumi diretti o indiretti, subire delle modificazioni funzionali alla base dei problemi. Per Still, è insensato fare una distinzione tra funzione e struttura, perché l’una condiziona l’altra.

    Vuoi la tua pubblicità qui?
  4. Secondo il quarto principio quando la normale adattabilità è interrotta, o quando dei cambiamenti ambientali superano la capacità del corpo di ripararsi da sé, può risultarne la malattia.

Il trattamento osteopatico

Con l’acronimo TMO che sta per Trattamento Manipolativo Osteopatico ci si riferisce alle tecniche utilizzate per agire sulle varie problematiche miofasciali, viscerali, craniali e muscolo scheletriche.

Con le mani o con altre parti del corpo si manipolano zone doloranti per mobilitare i tessuti e per applicare impulsi su vari organi come fegato, polmoni o intestino.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Un trattamento ha all’incirca una durata di 45 minuti ed è inserito in un circolo di sedute che si concordano con l’osteopata.

A chi sono adatti i trattamenti osteopatici?

Il TMO è adatto a soggetti differenti: dall’anziano, allo sportivo, al bambino neonato. I risultati più sorprendenti si riferiscono a pazienti che soffrono di dolori muscolari o articolari, ma anche cervicali, sciatiche e di tipo viscerale.

Alcuni studi, inoltre mostrano come l’osteopatia abbia alleviato problemi di tipo psicologico come ansia, insonnia e depressione.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento