Vuoi la tua pubblicità qui?
01 Agosto 2021

Pubblicato il

La brutta partenza della Lazio fa ben sperare i tifosi…

di Redazione

Nonostante le due sconfitte consecutive nei primi due incontri di campionato, i sostenitori della formazione laziale sono positivi

Sembrerebbe un controsenso ma, in realtà, il brutto avvio di campionato della squadra biancoceleste fa ben sperare i propri tifosi. Nonostante le due sconfitte consecutive nei primi due incontri di campionato, i sostenitori della formazione laziale sono positivi perché guardano questi risultati con un occhio storico. Infatti, questa particolare situazione di difficile avvio di campionato si è verificata soltanto due volte negli ultimi trent’anni e, in quelle circostanze, al termine del campionato non finì male.

Infatti nella stagione 2006-2007, quando la squadra era guidata da mister Delio Rossi, la Lazio perse i primi due incontri di campionato e finì terza; nel 1996-1997, con Zeman e poi Zoff, dopo due ko iniziali arrivò il quarto posto. Basta questa particolare similitudine con questi due campionati per permettere ai tifosi di essere ottimisti. Anche perché, nonostante gli attuali punti in classifica siano zero, c’è da tenere presente che sono state disputate soltanto due turni di campionato ed, in più, contro due avversarie che si chiamano Napoli e Juventus, le squadre che nella passata stagione si sono contese lo scudetto fino alla fine.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Dunque il bicchiere è da vedere assolutamente mezzo pieno. Anche perché nel corso di questi due incontri sono arrivate, nonostante tutto, diverse indicazioni positive. E’ proprio per questo che è bene tornare a scommettere in maniera positiva sulla formazione guidata da Simone Inzaghi, magari investendo il bonus di benvenuto di qualche sito di betting online.

Vuoi la tua pubblicità qui?

A dare note positive alla squadra è soprattutto la difesa con la sua ritrovata solidità grazie alla buona forma mostrata da Wallace, finalmente tornato ai livelli del primo anno, ma anche da Acerbi, il leader tecnico e carismatico di cui aveva bisogno la Lazio.

Dal punto di vista del carico lavorativo, è forse un bene che i due incontri con Napoli e Juventus siano capitati all’inizio: così Simone Inzaghi ha potuto evidenziare fin da subito quali sono tutti i difetti da limare in questa squadra. Anche se effettivamente non c’è poi molto da rimproverare, ma c’è molto da lavorare. In particolare per quanto riguarda il reparto offensivo che nella scorsa stagione si era imposto come punto di forza della formazione.

Nelle prime uscite Luis Alberto e Milinkovic sono stati decisamente insufficienti e questo ha fatto sì che anche Immobile ne risentisse, poco assistito e soprattutto poco rifornito di palloni giocabili. A fare la differenza, poi, sono stati gli infortuni di giocatori come Lukaku, Berisha e Luiz Felipe, tre calciatori al livello dei titolari. Adesso che la squadra si è tolta il dente doloroso delle prime due giornate non resta che sperare in un ritrovamento della condizione di Luis e Sergej in modo che la Lazio possa cambiare marcia ed iniziare a vincere. Dopo l’avvio in salita, finalmente arriva la discesa.
 

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento