Vuoi la tua pubblicità qui?
02 Agosto 2021

Pubblicato il

Tanto spavento

La Ciociaria trema: terremoto di magnitudo 3,4 a Sora, paura per sciame sismico

di Redazione
Le persone, colte dallo spavento per il forte movimento tellurico, si sono riversate nelle strade
terremoto sora ciociaria
Vigili del Fuoco

Oggi, 22 Giugno, alle ore 18:37 l‘Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia ha registrato una scossa di terremoto di magnitudo 3.4 e profondità 15.8 km nella zona a 3 km a Nord di Sora, in provincia di Frosinone.

Il sisma è stato avvertito distintamente nei comuni limitrofi di Pescosolido, Broccostella, Campoli Appennino, Balsorano, Isola del Liri, Castelliri, Posta Fibreno, Fiuggi e Fontechiari. Segnalazioni sono giunte anche dalla provincia di Latina e in Abruzzo. Le testimonianze raccontano di una violenta scossa di terremoto avvertita chiaramente nei comuni distanti 20 chilometri dall’epicentro del sisma.

Numerose chiamate ai Vigili del Fuoco

I centralini dei Vigili del Fuoco hanno ricevuto numerose chiamate per segnalare quanto stava avvenendo e chiedere informazioni sulla situazione. Al momento non si registrano danni a cose e persone.

Le persone, colte dallo spavento per il forte movimento tellurico, si sono riversate nelle strade, timorose del ripetersi dell’improvviso e drammatico fenomeno. L’uomo è colpito nel profondo da tali fatti tragici, che suscitano ansia e preoccupazione, soprattutto perché non è possibile prevederli.  

Seconda scossa alle 18:51

Alla prima forte scossa ne è seguita un’altra a distanza di pochi minuti (18:51) di magnitudo 2.4.

Secondo la scala Richter, un evento sismico di magnitudo 3.4 è classificato come terremoto “molto leggero” e, sebbene spesso venga avvertito, generalmente non causa danni.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Secondo le rivelazioni si è trattato di una sequenza di scosse sismiche di lieve e media intensità, fenomeno naturale denominato sciame sismico. La prima scossa, della durata di 52 secondi, si è verificata alle ore 15:26 a Pescosolido (provincia di Frosinone) di intensità equivalente a 1.2 magnitudo. La seconda scossa è avvenuta sempre nel piccolo comune di Pescosolido, alle 18:39 ed è durata 13 secondi, di magnitudo 1.7.

Vuoi la tua pubblicità qui?

La scossa che ha sprigionato più energia, quella più violenta e prolungata, si è manifestata alle 18:34 con epicentro a 3 Km a Nord di Sora e una intensità di magnitudo 3.4. 

La terra ha tremato anche alle 20:39

Alle 20:39 l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia ha registrato un’ ulteriore scossa di terremoto di magnitudo 2,0 nella zona 3 Km a Nord di Sora (Fr), della profondità di 17 km.

Per epicentro si intende quel punto della superficie terrestre posto sopra l’ipocentro, che è il punto nel quale ha avuto origine il terremoto al di sotto della crosta terrestre. L’epicentro è il luogo dove il terremoto produce generalmente gli effetti di intensità maggiore.

A seconda della profondità dell’ipocentro i terremoti sono classificati in superficiali, con ipocentro da 0 a 70 km di profondità; terremoti intermedi, con ipocentro da 70 a 300 km di profondità, e terremoti profondi, con ipocentro a più di 300 km di profondità.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento