Vuoi la tua pubblicità qui?
27 Ottobre 2020

Pubblicato il

La fotografia incontra l’assenza

di Redazione

Roma, museo MACRO: sarà la "vacatio" il tema del Festival Internazionale della Fotografia

Sarà la “vacatio” – ciò che c’è e ciò che non c’è, ovvero la sospensione e l’assenza, come metodo di ricerca in ambito visivo – il tema del Festival Internazionale di Roma, giunto quest’anno alla sua XII edizione.

Vuoi la tua pubblicità qui?

“Senza governo, senza presidente della Repubblica: il Paese è stato totalmente allo sbaraglio e l’assenza è quello che più ci rappresenta”. Così Marco Delogu, direttore artistico della kermesse che si svolgerà al MACRO di Roma. “La fotografia – continua – è probabilmente, tra tutte le arti, quella che più è stata influenzata dal contesto sociale, sia per la sua velocità di produzione, sia per il ruolo di testimonianza che le viene attribuito, e questo ruolo si fa interpretazione e analisi. Lavorando sull’assenza, spostiamo il tutto verso una serie di auto testimonianze, dove si rielabora il soggetto esterno completandolo con visioni interiori, proiezioni”.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Il Festival, inaugurato il 4 ottobre scorso, rimarrà al MACRO di via Nizza fino all’8 dicembre, dove saranno ospitati 200 fotografi e più di 2mila fotografie, tra cui il vincitore del premio Henri Cartier Bresson, Patrick Faigenbaum, Paolo Pellegrin, Guido Guidi e molti altri.
Nelle sale del Macro è previsto anche un omaggio a Gigi Giannuzzi e alla sua casa editrice Trolley Books, nonché all’editoria indipendente.

Il Festival, non si esaurirà nei confini del MACRO di via Nizza. A Trastevere, infatti, nell’edificio Ex GIL saranno ospitate le mostre di Stefano Cioffi, “Il fantasma della realtà”, e quella collettiva, “Linee d’ombra”, che comprende scatti di Daniele Cametti Aspri, Stefano David, Stefano Fontebasso De Martino, Maila Iacovelli & Fabio Zayed, Guido Orsini e Valeria Scrilatti.

Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento