Vuoi la tua pubblicità qui?
27 Gennaio 2023

Pubblicato il

La Lazio non sa più vincere. Termina 2-2 la sfida dell’Olimpico con l’Empoli

di Christian Gasperini
Arriva un altro brutto stop per la squadra di Sarri, che sembra non riuscire più a vincere
Gol che porta in vantaggio la Lazio allo stadio Olimpico contro l'Empoli

Arriva un altro brutto stop per la squadra di Sarri, che sembra non riuscire più a vincere. Avanti di due reti grazie all’autogol di Caputo e al raddoppio di Zaccagni, i biancocelesti si fanno riprendere nel finale dalla rete dello stesso Caputo e da quella di Marin. A questo punto il mister è chiamato a fare i conti con una situazione che va ben oltre le difficoltà fisiche e mentali della squadra.

La partita: Lazio – Empoli

La gara si apre con la Lazio immediatamente in vantaggio grazie all’autorete di Caputo, avvenuta sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Luis Alberto. Al minuto 9 ci prova Immobile, ma la sua conclusione termina di poco alta. Al 19° occasione colossale per Zaccagni che, da pochi passi, non riesce ad inquadrare la porta e manda il pallone sul fondo alla sinistra di Vicario. Al minuto 21 l’Empoli reclama un rigore per un presunto fallo su Caputo, ma per il direttore di gara si può proseguire. Termina con la Lazio avanti 1-0 la prima frazione di gioco.

Il secondo tempo si apre con la Lazio vicina al raddoppio, ma la conclusione di Immobile termina di poco fuori. Il raddoppio arriva pochi minuti più tardi con Zaccagni che, con un leggero colpo sotto, supera Vicario e porta i biancocelesti sul 2-0. La prima occasione per i toscani arriva all’ora di gioco, con il colpo di testa di Caputo che termina alto di poco. Al 63° Lazio ad un passo dal 3-0, ma la conclusione di Milinkovic trova una super parata di Vicario che manda il pallone sul palo. All’83°, però, l’Empoli riapre la partita sfruttando un contropiede concluso perfettamente da Caputo.In pieno recupero la squadra di Zanetti trova il pari, grazie ad una conclusione dal limite dell’area di Marin. Termina sul risultato di 2-2 la sfida dell’Olimpico.

Appunti di partita

Felipe Anderson

Uno dei migliori è certamente Felipe Anderson, sempre propositivo in fase offensiva e, sopratutto, sempre pronto ad aiutare in quella offensiva.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Le pagelle della partita

Provedel 5,5

Incolpevole sul primo gol di Caputo, ma con qualche colpa sul pareggio di Marin. La conclusione del 18 toscano, infatti, non è apparsa troppo angolata, e il 94 biancoceleste poteva certamente fare di più.

Lazzari 6

Buona prova del 29 sopratutto nella prima frazione, mentre nella seconda parte di gara cala un pò. L’ammonizione, vista la diffida, non lo rende disponibile per la sfida contro il Sassuolo.

Casale 6

Buona prova dell’Ex Verona che, insieme al compagno di reparto, concedono poco e niente agli uomini offensivi dei toscani.

Romagnoli 6

Stesso discorso di Casale, concede poco e nulla al reparto offensivo dell’Empoli.

Marusic 5,5

Non una grande partita del montenegrino, non molto propositivo in fase offensiva e spesso in difficoltà in quella offensiva.

Cataldi 6

Buona prova quella del 32 biancoceleste che, fin quando è in campo, controlla bene il centrocampo.

Milinkovic Savic 5,5

Il palo, poco più e poi il nulla. Mister Sarri è ancora alla ricerca del suo numero 21, apparso spento in queste ultime uscite.

Luis Alberto 6

Buona prova del numero 10, specialmente nel primo tempo. Nella ripresa, complice la stanchezza, cala un pò, con Sarri che lo sostituisce con Toma Basic.

Felipe Anderson 6,5

Come detto, uno dei migliori della partita. Molto propositivo in fase offensiva e, come sempre, sempre pronto ad aiutare la difesa quando in difficoltà.

Immobile 5

Non il solito Ciro Immobile. E’ apparso stanco e spento, non creando quasi mai problemi alla retroguardia avversaria.

Zaccagni 6,5

Si divora una rete clamorosa nel primo tempo, ma si fa perdonare nella ripresa grazie ad un bel colpo sotto che batte Vicario.

Pedro (60′) 5,5

Non il solito Pedro, che sembra entrare in campo già molto stanco. La sfida disputata quattro giorni fa con il Lecce si è fatta sentire.

Vecino (70′) 5

Entra e non riesce a fare la differenza anzi, è apparso da subito in difficoltà.

Hysaj (70′) 5,5

Entra con molta voglia, ma in alcune circostanze sbaglia e non poco.

Basic (87′) S.V.

Gioca pochi minuti per essere giudicato.

*Foto dalla pagina ufficiale SS Lazio

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo