La Roma con un secco 2 a 0 espugna il Crotone. E’ sola al terzo posto

Novità per la Roma in campo a Crotone rispetto alla partita vinta in Champions League contro lo Shakhtar Donetsk: Bruno Peres, Juan Jesus, Pellegrini, Gonalons, Gerson ed El Shaarawy al posto rispettivamente di Florenzi, Manolas, Strootman, De Rossi, Under e Perotti, mentre il Crotone sa che un eventuale risultato positivo darebbe loro una seria possibilità di salvezza. 

Ore 15 si parte con Banti al fischietto. È subito angolo senza esiti per la Roma, ma ė il Crotone che aggredisce e si rende pericoloso, Nalini viene anticipato da una perfetta uscita bassa di Alisson. La prima vera occasione da gol è per i Giallorossi all'11', con una bordata di Nainggolan che esce di poco sopra la traversa. 

Non è la solita Roma, anche se fa la partita, giro palla più lento del solito, troppi tocchi, soprattutto dei brasiliani, e un organico cambiato per 6/11 che fa fatica ad avere la meglio tra le fitte maglie della difesa calabrese. Ma ci pensa al 39' il Faraone El Shaarawy, modesto fino a quel momento, ad avere la meglio della difesa del Crotone e segnare il gol dell'1 a 0, grazie anche al perfetto assit di un ormai rinato Kolarov. Il serbo però, poco dopo, rischia un clamoroso autogol, svirgolando in malo modo un rinvio, con la palla che termina fuori di un soffio. La Roma finisce in vantaggio e in attacco un primo tempo intenso, ma caratterizzato da troppi errori.

Il secondo tempo sembra scorrere sulla falsariga del primo, con la Roma che controlla la gara, ma al 5' occasionissima giallorossa,  grazie ad una penetrazione in area di Nainggolan, che porge a Dzeko, solo davanti alla porta del Crotone, la palla del due a zero, che però Cordaz para miracolosamente. Ma il miracolo vero lo fa Alisson all'11' su Trotta. Fazio si fa portare via il pallone dall'attaccante del Crotone, che si invola verso la porta giallorossa, ma poi, una volta giunto a tu per tu con Alisson, non riesce a batterlo. Bravo anche in questa circostanza il numero uno della Roma.

Il Crotone sembra più deciso ad ottenere il pareggio, che la Roma il secondo gol, e mentre Strootman rileva al 20' Pellegrini, il Crotone ha un'altra clamorosa occasione sugli sviluppi di un ottimo contropiede: Ricci serve Stoian, il numero 5 calcia debolmente e consegna di fatto il pallone ad Alisson. 

Al 25' esce un buon Juan Jesus per Florenzi, che quattro minuti dopo serve di testa a Nainggolan una palla che il belga non sbaglia, e insacca con un sinistro preciso alla destra di Codaz: e siamo 2 a 0! Al 35' Crotone vicino al gol. Mischia all'interno dell'area piccola giallorossa, ci provano da pochi passi prima Benali e poi Simy ma in entrambe le occasioni Fazio fa muro col corpo ed impedisce ai padroni di casa di riaprire la partita. Alla fine del 44' grande occasione della Roma con Under, subentrato ad El Shaarawy, che su assit di Florenzi si vede rinviare da Faraoni a portiere battuto, una palla  che era praticamente dentro.

Finisce così, con un altro successo in trasferta, una buona partita della Roma, che consolida il suo meritato terzo posto in classifica. 

Crotone (4-3-3): Cordaz; Faraoni, Ceccherini, Capuano, Martella; Stoian, Mandragora, Benali; Ricci, Trotta, Nalini. All. Zenga

Roma (4-3-3): Alisson; Bruno Peres, Fazio, Juan Jesus, Kolarov; Pellegrini, Gonalons, Nainggolan; Gerson, Dzeko, El Shaarawy. All. Di Francesco