Vuoi la tua pubblicità qui?
23 Settembre 2021

Pubblicato il

Labico, Giovani, la svolta:intervista ad Agusta Morini e Giulia Lorenzon

di Redazione
Attivati dall’Amministrazione Giovannoli il Consiglio Comunale dei ragazzi e il Forum dei Giovani

Prosegue la stagione dei regolamenti dell’amministrazione Giovannoli, con una sterzata sul coinvolgimento giovanile alla vita sociale ed istituzionale del paese. L’ultimo Consiglio Comunale ha infatti visto l’approvazione dei regolamenti istitutivi del Consiglio dei ragazzi e del Forum dei Giovani. Provvedimenti la cui concretizzazione andrà a coprire e coinvolgere, complessivamente, la popolazione dei giovani e dei bambini dai 9 ai 28anni.

Cos’ è il Consiglio Comunale dei ragazzi, da dove nasce l’idea di istituirlo, da chi sarà composto e di cosa si occuperà?

Augusta Morini, Assessore alla Pubblica Istruzione: “L’idea nasce dalla volontà di rendere i ragazzi più partecipi, di far loro assumere delle responsabilità divenendo portavoce dei coetanei. Si tratta di un’occasione importante come pure un onere. Sulla scia di altre realtà, città grandi e piccole (un esempio ci viene da Castel San Pietro dove esiste da anni) il Consiglio li farà riavvicinare alla politica. Noi adulti perdiamo il focus dei bisogni dei ragazzi, dando per scontato che stiano bene. In tal modo diverranno i portavoce delle istanze degli altri bambini. Speriamo che i ragazzi capiscano il vero senso del progetto. Sarà eletto un mini Sindaco, gli Assessori ed un Consiglio composto da 12 Consiglieri. Il mini Sindaco farà da tramite ed avrà un dialogo diretto con il nostro Sindaco. Nel caso abbiano delle proposte concrete e valide le presenteremo nel nostro Consiglio Comunale”.

Quale fascia d’età vi potrà partecipare ?

Vuoi la tua pubblicità qui?

Augusta Morini, Assessore alla Pubblica Istruzione: “Le quarte e quinte classi elementari e la prima e seconda media. Poiché rimane in carica per due anni e le terze il prossimo anno saranno in uscita, per le quali è stato creato un soggetto ad hoc: prepareranno le liste, gli slogan, si occuperanno dei candidati, documenteranno le elezioni, parteciperanno il più possibile. Il coordinatore è Giulia Lorenzon, Consigliere delegato alle politiche giovanili che farà delle lezioni in classe per spiegare lo spirito di questa competizione che è sana, non pesante, per farli approcciare alla nostra Costituzione, alla nostra democrazia”.

Il Forum Giovani è correlato al Consiglio Comunale dei ragazzi? Che cos’è? Di cosa si occuperà?

Giulia Lorenzon, Consigliere comunale delegato alle politiche giovanili: “Comprende i ragazzi dai 14 ai 18 anni. Creeranno iniziative, laboratori che potranno relazionarsi con la politica. A Labico non è andata mai in porto una tale esperienza. Quattro anni fa è stato creato un Centro di aggregazione che però si è rivelato un fallimento ed è stato chiuso dopo due anni. Vogliamo ricreare coesione tra i giovani e le altre realtà associative del territorio. Nella formulazione del Forum abbiamo coinvolto alcuni ragazzi di Labico. L’Assemblea voterà un portavoce che si rapporterà con l’Amministrazione”.

Sarà un valido modo per creare una nuova classe dirigente? Anche se voi già lo siete.

Augusta Morini, Assessore alla Pubblica Istruzione: “Ciò serve per rafforzare l’associazionismo. Poche persone al potere non fanno nulla senza una comunità che le appoggi. Tornerà l’Educazione Civica nelle nostre scuole. Anche noi genitori ne sappiamo poco. Bisogna creare cittadini consapevoli. Più che creare una nuova classe politica, l’obiettivo è dare gli strumenti ai ragazzi per divenire protagonisti, per entrare a far parte della comunità, per far loro conoscere come esercitare le proprie libertà”.

Non pensate che i genitori possano intralciare il Consiglio dei ragazzi?

Giulia Lorenzon, Consigliere comunale delegato alle politiche giovanili: “I genitori dovranno capire che i bambini possono dare tanto; il Consiglio potrebbe farci delle critiche, ma anche essere uno strumento di collaborazione. Ad esempio potranno proporre un parco giochi che manca qui a Labico, ma anche di essere attivi in fatto di solidarietà: proporsi per le ripetizioni ai più piccoli. Uno dei nostri slogan in campagna elettorale è stato ‘aprire le porte del Municipio’ e questi due progetti lo sono come pure il fatto della cura delle scalette da parte di una Cooperativa, la Scuola in Comune, l’apertura alle Associazioni, lo Sportello Informagiovani che è attivo da aprile. Ha già attuato un corso di orientamento al lavoro e questa estate è stato itinerante, spostandosi nei luoghi di ritrovo dei ragazzi. Ora è rientrato in sede, nei locali dei Servizi Sociali ed è aperto ogni martedì dalle ore 17:00 alle 19:00”.

Le elezioni per il Consiglio Comunale dei ragazzi ci saranno nel mese di novembre, mentre, il Forum dei Giovani si riunirà in prima assemblea ad ottobre. Inoltre ricordiamo che presso l’ufficio anagrafe del Comune di Labico è possibile firmare a sostegno della legge di iniziativa popolare per introdurre l’insegnamento dell'educazione alla cittadinanza come materia autonoma con voto, nei curricula scolastici di ogni ordine e grado. La proposta punta a raccogliere in sei mesi le cinquantamila firme necessarie per il deposito in Parlamento.

Vuoi la tua pubblicità qui?

La Redazione de Il Quotidiano del Lazio ringrazia le nostre interlocutrici e porge loro un in bocca al lupo per questi due progetti innovativi.

Foto di Roberto Benedetti

LEGGI ANCHE:

Svolta sul coinvolgimento dei giovani alla vita sociale e istituzionale

Vuoi la tua pubblicità qui?

Colleferro, arrestato borseggiatore 27enne originario di Labico

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo