08 Marzo 2021

Pubblicato il

Il contest

L’amore per i territori fa incontrare Discoverplaces e La Molisana

di Redazione

La sinergia tra La Molisana e il contest per raccontare i territori e i comuni che le hanno ispirate...con un marchio che ha il sapore di ogni luogo

La Molisana e il contest Discoverplaces
La Molisana e il contest Discoverplaces

La Molisana e le narrazioni del gusto. Un’azienda che ha nel suo nome e nella sua storia un legame profondo con un territorio e una piccola casa editrice che da anni ha deciso di raccontare l’Italia minore.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Potevano non incontrarsi?

Vuoi la tua pubblicità qui?

La storia è questa. Durante il Covid, Discoverplaces (www.discoverplaces.travel) decide di aiutare le persone ed i territori mantenendo viva la loro storia. Così lancia un contest con il quale chiede alle persone di raccontare una storia legata ad un paese del cuore. Storie che possono essere divertenti ma anche ricordi, ricette e tradizioni.

Tutte le storie sono state tradotte in inglese e sono stati raggiunti molti dei fratelli all’estero, che hanno legami con i loro paesi d’origine, e potenziali turisti in cerca di mete originali e ‘vere’.

L’idea originale alla base del contest è che saranno premiate le storie migliori ma anche i comuni che le hanno ispirate. Ed allora quale miglio premio ad un paese che un prodotto tipicamente italiano con radici ben piantate sul territorio?

L’incontro con La Molisana

E qui nasce l’incontro con La Molisana, una pasta che da anni è prodotta totalmente con grani italiani e che viene premiata per la sua qualità. Una azienda guidata dalla famiglia Ferro che si sente molisana nel profondo e italiana nell’intimo.

I comuni che risulteranno vincitore potranno decidere se usarli nelle scuole, donarli a famiglie o ad altre strutture. Ma sicuramente la pasta contribuirà a rendere felici tutti coloro che la riceveranno.”

Claudia Bettiol, la fondatrice di Discoverplaces racconta anche che ‘abbiamo ricevuto tante bellissime storie e ricordiamoci di amare il nostro paese e le nostre radici, che sono la nostra forza. Pensiamo sempre in grande perché il rischio è che qualche volta i sogni si realizzino e che la realtà superi la fantasia in positivo.”

Al contest hanno aderito anche i cinesi del CPAFFC (l’associazione di città che si occupa della loro internazionalizzazione e dei gemellaggi con città straniere). E chissà che in futuro non possano nascere incroci fra paesi e arrivare tante opportunità per i nostri piccoli centri.

Il Molise gemellato con Shanghai?

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento