Vuoi la tua pubblicità qui?
17 Aprile 2021

Pubblicato il

Latina, arrestati per estorsione e favoreggiamento immigrazione

di Redazione

In manette una coppia di Sabaudia e un indiano che arrivavano a chiedere fino a 7000 euro per la regolarizzazione

Ricattavano alcuni cittadini indiani, garantendogli l'ingresso in Italia, aggirando le norme del Testo Unico dell'Immigrazione, in cambio di cospicue somme di denaro. Gli agenti della Squadra Mobile di Latina, su richiesta dal sostituto procuratore Marco Giancristofaro hanno arrestato una coppia di Sabaudia (lui 38 anni, lei 33) e un 26enne indiano. I tre dovranno rispondere di estorsione e favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. La scoperta dell'attività illecita è stata resa possibile grazie alla denuncia di alcune delle vittime, le quali pare fossero costretti a sborsare fino a 7000 euro più altri 4000 per ottenere la regolarizzazione della loro posizione presso Sportello unico per l’immigrazione.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Le vittime venivano fatte lavorare come braccianti presso la ditta della coppia di Sabaudia, della quale il terzo arrestato era un dipendente. La Questura ha inoltre ha riferito che non appena gli indiani giungevano all'aeroporto di Fiumicino gli venivano sequestati immediatamente i documenti. "Particolarità quest’ultima – si legge in una nota – che ha consentito ai soggetti arrestati di poter ricattare i braccianti indiani all’atto della scadenza del permesso di lavoro stagionale, richiedendo ulteriori somme di denaro. Qualora non in grado di poter corrispondere alle illecite richieste alle vittime è stato paventata la mancata restituzione dei documenti e l’ impossibilità di poter ottenere rinnovi".

 

Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento