Vuoi la tua pubblicità qui?
18 Maggio 2021

Pubblicato il

Latina, gli studenti hanno occupato il Liceo Classico Dante Alighieri

di Redazione

Gli studenti in questo modo vogliono dire la loro per evitare l’accorpamento con il Vittorio Veneto

Gli studenti occupano il Liceo Classico Dante Alighieri di Latina. “Da adesso il Classico può dichiarare stato di occupazione”. E’ iniziata così, con l’apertura dei cancelli, l’occupazione del Liceo Classico Dante Alighieri di Latina, questa mattina. Assemblee tematiche, visione di film inerenti il tema: gli studenti in questo modo vogliono dire la loro per evitare l’accorpamento con il Vittorio Veneto, come proposto dallo stesso Consiglio d’istituto del Liceo Classico e approvato poi dal Consiglio provinciale. Una protesta condivisa anche dai ragazzi dell’Istituto Vittorio Veneto, che stanno protestando fuori dal plesso scolastico.

I liceali ieri hanno trascorso la prima notte in palestra. Respinti dalla dirigente scolastica, gli studenti che volevano occupare la scuola nel pomeriggio di ieri hanno deciso comunque di attuare la loro protesta e si sono radunati nella palestra dell’istituto, aperta perché vi si stava svolgendo un allenamento dell’associazione volley. Gli agenti di Polizia ha sorvegliato i ragazzi che hanno dormito nell’istituto.

Sempre nella giornata di ieri il Sindaco di Latina, Damiano Coletta, ha ricevuto in Comune una delegazione dei rappresentati degli studenti per ascoltare la loro voce e ribadire le  linea già espressa contro l’accorpamento sottolineando che la Regione ha stabilito le linee guida dal 2016 per derogare ai numeri del dimensionamento.

Anche i genitori hanno espresso il loro completo disaccordo nei confronti dell’atteggiamento tenuto in questi giorni dalla dirigenza scolastica: “Auspichiamo che il legame positivo e costruttivo tra la scuola e i nostri figli possa riprendere al più presto – hanno scritto in una lettera inviata alla neo dirigente Eleonora Lofrese e pubblicata dalla testata Luna Notizie –  il tutto nell’ottica si consentire il più sereno svolgimento delle attività formative che comprendono la libera espressione della personalità degli studenti a cui deve essere consentito dissentire anche su scelte amministrative di particolare importanza senza costrizioni e indebite pressioni soprattutto se non richieste da obiettive circostanze”.

La Regione Lazio per il 12 dicembre ha convocato la commissione sul tema.

Vuoi la tua pubblicità qui?

LEGGI ANCHE:

Amatrice a Roma per lo storico mercatino natalizio di Piazza Navona

 

Vuoi la tua pubblicità qui?

Esplosione Salaria: le condizioni dei feriti e il pompiere deceduto

Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento