Vuoi la tua pubblicità qui?
19 Settembre 2021

Pubblicato il

Latina, uccide il cognato per un debito. Il corpo in un pozzo

di Redazione
L'assassino ha anche occultato il corpo della vittima depistando le indagini

Un uomo di 63 anni, Pietro Petrianni, di Sezze, nel corso di una lite per un debito non pagato, ha ucciso il cognato nascondendone il corpo.

La polizia lo ha arrestato questa notte contestandogli i reati di omicidio e occultamento di cadavere. 

La vittima è Maurizio di Raimo, 53 anni. Sabato la sua compagna, sorella della moglie di Petrianni, ne aveva denunciato la scomparsa. L'omicida ha tentato di depistare le indagini raccontando che Di Raimo si era allontanato con un'altra donna.  

Secondo la ricostruzione della  Squadra mobile di Latina, Petrianni  avrebbe avuto una lite  con Di Raimo venerdì scorso, nell'officina di carrozziere di quest'ultimo a causa del mancato pagamento dell'affitto del locale.  

Petrianni avrebbe ucciso Di Raimo con un'arma da fuoco cercando poi di cancellare le tracce e facendo sparire  il cadavere del cognato.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Alla compagna del  Di Raimo, allarmata perchè l'uomo non tornava a casa, il Petrianni ha riferito di averlo visto allontanarsi su una macchina di grossa cilindrata con una donna. La compagna di Di Raimo, non convinta della versione è ritornata dalla Polizia le cui  indagini in 12 ore hanno permesso di inchiodare l'assassino.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Decisive le tracce di sangue trovate nell'officina della vittima. Il corpo della vittima è stato trovato in un pozzo vicino alla carrozzeria luogo dell'aggressione.  

Vuoi la tua pubblicità qui?

 

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo