Vuoi la tua pubblicità qui?
05 Dicembre 2020

Pubblicato il

Latina-Virtus Lanciano 0-0

di Redazione

Mister Roberto Breda nella sua prima apparizione davanti al pubblico del Francioni

Nella sua prima apparizione davanti al pubblico del Francioni, mister Roberto Breda stupisce tutti scegliendo il 3-5-1-1 per affrontare la Virtus Lanciano nell'anticipo della quinta giornata di serie B-Eurobet. Davanti a Iacobucci linea a tre composta da Bruno, Cejas, Morrone con ai lati Ristovski e Alhassan. Dietro l'unica punta Ghezzal la scelta ricade su Marco Crimi, al suo esordio con la maglia nerazzurra. Dall'altra parte gli abruzzesi di mister Baroni scelgono 4-3-3.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Si parte subito si ritmi elevati. Il primo tiro è del Lanciano, con Gatto che al 5', sugli sviluppi di un angolo, prova a colpire al volo di destro con la palla che esce ampiamente alla sinistra di Iacobucci. Sul ribaltamento di fronte tocca a Crimi che dai 25 metri fa la barba al palo. Non c'è pausa e un secondo dopo è Paghera, ancora da poco fuori l'area, a spaventare Iacobucci. Inizio sprint che si alimenta all'8' con una bella azione del Latina. Crimi dà in profondità per Ghezzal che affonda a destra e poi mette al centro basso per Morrone che di sinistro anticipa il marcatore ma non riesce ad angolare il tiro, bloccato da Sepe.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Tocca al Lanciano. Al 12' break di Gatto che sfrutta un errore del centrocampo nerazzurro e si invola come un fulmine verso la porta. Una volta al limite apertura per Piccolo che fa due passi e spara in diagonale: palla fuori di pochissimo. Le occasioni a ripetizione fanno si che le due squadre arretrassero il baricentro nella parte centrale del primo tempo. Poche occasioni ma più Latina, bravo a controllare il centrocampo. Dal 24' sale la pressione dei nerazzurri. Angoli a ripetizione, fino al 26', quando i padroni di casa costruiscono una grande occasione. Su corner da sinistra la difesa del Lanciano spazza, Morrone è bravissimo ad aprire il campo per Alhassan che ha spazio sulla sinistra, guadagna metri e poi ci prova. Il suo tiro è deviato da De Col con la sfera che si impenna per poi scendere all'improvviso. Miracoloso il salvataggio di Amenta sulla linea con Sepe ormai fuori causa. Buon Latina da qui fino alla fine del primo tempo, il Lanciano soffre ma non corre pericoli. Da segnalare al 40' una spettacolare discesa di Ristovski che si fa mezzo campo e poi spara con il destro alto tra gli applausi del Francioni. Al 43' episodio da moviola. Crimi inventa un filtrante al bacio per Ghezzal che davanti a Sepe può intervenire. Ma Abbattista, su segnalazione dell'assistente, fischia il fuorigioco. Si va al riposo sullo 0-0 dopo un solo minuto di recupero.

Vuoi la tua pubblicità qui?

LA RIPRESA – Come nel primo tempo, le due formazioni partono forte nella ripresa. Gatto si inserisce a sinistra, rientra sul destro e chiama in causa Iacobucci, bravo a rispondere con i piedi. Ma i nerazzurri rispondo immediatamente con due pericolose incursioni sulla destra di Ristovski e Crimi che non si concretizzano. Il Lanciano riordina le idee e la gara si gioca prevalentemente a centrocampo, salvo rapide incursioni sugli esterni. Breda vuole cambiare l'inerzia della partita e al 14' manda in campo Barraco al posto di Bruno. Subito dopo grossa occasione per i nerazzurri. A sinistra Crimi lotta e conquista un pallone d'oro per poi cercare Ghezzal. L'algerino ha la porta spalancata, ma in corsa cicca il pallone graziando Sepe. Il tecnico pontino vuole spingere sull'acceleratore e spedisce nella mischia, al 18', anche Negro, che va a far coppia con Ghezzal in avanti con Crimi scalato sulla linea dei centrocampisti. Al 20' i padroni di casa costruiscono un'altra palla gol. Cross di Barraco, testo di Ristovski all'altezza del limite dell'area piccola. Ma palla alta sulla traversa. Al 24', però, è un brivido ad attraversare la schiena del tifo del Francioni, quando Mammarella, dalla sua posizione, disegna con il sinistro una parabola quasi perfetta che si spegna di un millimetro al lato a Iacobucci praticamente battuto. Con il Latina in pressione il Lanciano non rinuncia comunque ad attaccare sporadicamente ma rendendosi pericoloso. Al 37' occasionissima per Di Cecco che in area stoppa con il petto e spara con il destro. La palla attraversa tutta l'area e poi esce di pochissimo. Subito dopo terzo e ultimo campio per Breda che cambia un esausto Ghezzal e inserisce Jefferson. Dall'altra parte Baroni chiama in causa Turchi e Plasmati. Il Latina preme negli ultimi istanti. Al 44' ci prova Crimi, bravo a girarsi ma non ad angolare: Sepe para agevolmente. Subito dopo occasionissima per i pontini. Negro riceve da Crimi e poi angola con il destro. Sepe devia, sulla ribbattuta è decisivo l'intervento di Troest che spazza l'area di rigore anticipando Jefferson. Finisce senza gol la pur emozionante gara del Francioni. Un ottimo Latina porta a casa il secondo punto consecutivo, ma deve rimandare l'appuntamento con la prima vittoria in campionato.

LATINA – VIRTUS LANCIANO 0-0
Latina (3-5-1-1): Iacobucci; Brosco, Cottafava, Esposito; Ristovski, Bruno (14'st Barraco), Cejas (18'st Negro), Morrone, Alhassan; Crimi; Ghezzal (38'st Jefferson). A disp.: Pawlowski, Bruscagin, Maltese, Baldan, Chiricò, Figliomeni. All.: Breda
Lanciano (4-3-3): Sepe; De Col, Amenta, Troest, Mammarella; Di Cecco, Paghera (42'st Plasmati), Buchel; Piccolo (29'st Maminho), Falcinelli, Gatto (42'st Turchi). A disp.: Casadei, Aquilanti, Minotti, Fofana, Vastola, Nicolao. All.: Baroni
Arbitro: Abbattista di Molfetta. Assistenti: Marinelli (Jesi) e Peretti (Verona). Quarto Uomo: Cifelli di Campobasso.
Note – Ammoniti: Amenta, Morrone, Paghera, Buchel, Turchi, Maminho. Recupero: 1'pt- 4'st. Spettatori: 3185 + 1487 abbonati. Incasso: 38.600 euro. Quota abbonati: 12.733 euro. Prima della gara osservato un minuto di silenzio per ricordare Paolo Zantelli, pilota di Formula 2 di motonautica scomparso nel corso di una competizione.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento