Lavoro pubblico, Bongiorno: Stroncare assenteismo con impronte digitali

"Ho deciso di combattere l'assenteismo nella pubblica amministrazione in modo diverso rispetto al passato. Finora si prevedeva soltanto il procedimento disciplinare o il licenziamento: secondo me, invece, dobbiamo prevenire. Non stiamo parlando di un malcostume, stiamo parlando di un reato, una vera e propria truffa aggravata, non mi piace parlare di 'furbetti del cartellino'". Lo ha detto il ministro per la Pubblica amministrazione, Giulia Bongiorno, intervenendo a "I Lunatici", su Radio Due.

"C'è una legge che si chiama 'concretezza' che introduce il cosiddetto controllo biometrico per attestare la presenza in ufficio, il dipendente pubblico dovrà farsi riconoscere tramite la propria impronta digitale. Non ci potrà più essere qualcuno che timbra il cartellino per tre o quattro persone. Questo provvedimento è già passato a Senato, spero possa passare alla Camera entro la primavera.

Dobbiamo assolutamente prevenire, il fenomeno è preoccupante e dilagante. Nella pubblica amministrazione ci sono tante eccellenze che purtroppo vengono oscurate da questi comportamenti. Dopo aver portato a casa questa legge sto già prevedendo una serie di novità anche sulla produttività, con metodi nuovi di valutazione, con responsabilità del dirigente anche per i risultati, con nuovi obiettivi da raggiungere. Questo sarà il passo successivo dopo aver stroncato il reato dell'assenteismo", ha aggiunto. (Vid/ Dire)