Vuoi la tua pubblicità qui?
23 Settembre 2021

Pubblicato il

Indicazioni utili

Lazio e Ciociaria, caldo record. La ASL di Frosinone si appella a tutti i cittadini

di Chiara Fedeli
Le temperature supereranno i 40°C per tutta la settimana di Ferragosto
La colonnina del termometro raggiunge temperature elevate

Data la forte ed eccezionale ondata di calore prevista dai meteorologi di tutta Italia, la ASL di Frosinone si rivolge a tutti i cittadini con delle indicazioni utili per affrontare le temperature straordinarie che colpiranno il Lazio. L’aumento dei gradi segnati dalla colonnina del termometro è previsto già dalla giornata di oggi, e andrà intensificandosi con il passare dei giorni della settimana di Ferragosto.

“Evento estremo con pochi precedenti”

In particolare, tra le giornate di oggi e mercoledì 11 i termometri saliranno, grado dopo grado, fino a raggiungere vere e proprie temperature da allarme. Il rinforzo dell’Anticiclone nord-africano, infatti, intensificherà in forza e durata l’ondata di calore che già interessa la nostra Regione dal mese di agosto. I valori dei prossimi giorni saranno davvero elevati, soprattutto nelle Regioni del Centro-Sud, dove si toccheranno picchi superiori ai 40 gradi centigradi e non scenderanno fino a dopo Ferragosto.

Nel Lazio, l’area maggiormente interessata dalla calura dell’anticiclone sarà la Ciociaria. Il basso Lazio registrerà delle temperature da “evento estremo con pochi precedenti”, come allertano i meteorologi. Gli stessi fanno riferimento a quella che potrebbe essere la più intensa e duratura ondata di calore dell’Estate 2021. Ecco perché la ASL di Frosinone si appella ai cittadini, fornendo un vademecum con le indicazioni per poter rimanere sicuri e mettersi al riparo anche in queste situazioni eccezionali.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Le finestre dell’abitazione

Per evitare le possibili ondate di calore risulta necessario trascorrere le ore più calde nella stanza più fresca della casa. Inoltre è importante oscurare i vetri delle finestre, abbassando le tapparelle, chiudendo le imposte o le tende oppure usando degli oscuranti. È consigliabile aprire le finestre al mattino presto, la sera e durante la notte per favorire l’ingresso di aria fresca. Le finestre dovranno invece rimanere chiuse durante il giorno. Se però nell’abitazione sono presenti persone non appartenenti al nucleo familiare, far comunque arieggiare l’ambiente.

L’uso del climatizzatore

Il climatizzatore, se presente può essere naturalmente utilizzato, pur seguendo alcuni accorgimenti. Evitare innanzitutto di impostarlo a una temperatura che sia inferiore ai 24-26°C. Durante il funzionamento dell’apparecchio, poi, mantenere le finestre chiuse ed evitare l’utilizzo di elettrodomestici produttori di calore.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Attenzione al ventilatore

Il ventilatore va invece evitato con le temperature superiori ai 32°C, in quanto potrebbe aumentare il rischio di disidratazione.

Altri consigli utili

Evitare l’esposizione diretta al sole nelle ore più calde della giornata (11:00 – 18:00). Evitare le zone trafficate e praticare attività fisica all’aperto solo nelle ore più fresche (mattina presto o sera). Naturalmente bere molta acqua e idratarsi, almeno con 2 litri di acqua al dì.

Se si esce, proteggere sempre la pelle dai raggi UV utilizzando creme solari con elevato fattore protettivo. È importante anche proteggersi gli occhi con occhiali da sole idonei. È consigliato inoltre evitare bevande alcoliche, zuccherate e che contengono caffeina.

In caso di necessità: cosa fare e a chi rivolgersi

In caso di necessità rivolgersi sempre al proprio medico di medicina generale. Di notte o nei giorni festivi rivolgersi alla Guardia Medica (Servizio di Continuità Assistenziale). In caso di colpo di calore, dopo aver chiamato i soccorsi, bagnare il corpo con un lenzuolo bagnato o con dell’acqua non troppo fredda. Bere o far bere molti liquidi e non somministrare farmaci antipiretici.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo