Vuoi la tua pubblicità qui?
28 Novembre 2020

Pubblicato il

Lazio, giocatori sotto la curva nord

di Redazione

Al termine della partita persa con il Napoli colloquio tra giocatori e alcuni capi ultras

Almeno ci hanno messo la faccia. I giocatori della Lazio, al termine della partita persa 4-2 contro il Napoli (secondo ko consecutivo in casa e vittoria in campionato che manca dal 27 ottobre), si sono recati sotto la Curva Nord per scusarsi del brutto periodo che la squadra sta vivendo.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Alcuni capi della parte più calda del tifo biancoceleste (che ieri si è astenuta dal tifo per solidarietà con i 22 tifosi ancora detenuti in Polonia) hanno avuto un fitto colloquio con Antonio Candreva, che ha cercato di fornire la propria versione dei fatti. Inizialmente, i tifosi hanno intonato un coro che invitava i propri beniamini a mostrare gli attributi (eufemismo).

Vuoi la tua pubblicità qui?

Terminata la conversazione con Candreva, caratterizzata comunque da atteggiamenti decisi ma assolutamente civili, gli ultras hanno inneggiato alla Lazio, segno che il rapporto sostenitori-giocatori non si è del tutto deteriorato.

La pensa allo stesso modo Vladimir Petkovic il quale, pur sostenendo che la Lazio non merita la contestazione, ai microfoni di Sky Sport ha teso la mano ai supporters biancoazzurri:"Non penso che il rapporto con i tifosi si sia rotto. Sicuramente a tutti noi dispiace che abbiamo così pochi punti. Abbiamo giocato a testa alta contro il Napoli, adesso dobbiamo essere ancora più concreti e dimostrarlo sul campo. In ogni caso abbiamo dimostrato di voler vincere e per questo non credo meritassimo la contestazione. Tuttavia il confronto con i tifosi, anche in modo positivo o negativo, deve esserci".

Vuoi la tua pubblicità qui?

Il tecnico di Sarajevo deve fare i conti con le continue voci della panchina a rischio e dei contatti con la nazionale svizzera:"Ho già spiegato i fatti due-tre volte – taglia corto Petkovic – non voglio ripetermi".

A fine gara hanno destato interesse anche le dichiarazioni dell'ex Goran Pandev, autore del gol del 2-1 partenopeo. Il macedone ha esultato prima compiendo un gesto di sfida verso la Curva Nord, poi rivolgendo un insulto alla tribuna, probabilmente indirizzato al presidente Lotito, con il quale si erano lasciati in pessimi rapporti.

Pandev ha spiegato di non avere alcun rancore verso i tifosi della Lazio:"Non ho esultato contro di loro, loro sanno bene che ce l'avevo con il loro presidente".

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento