Vuoi la tua pubblicità qui?
30 Gennaio 2023

Pubblicato il

Focus sul Lazio

Lazio, Istat: “288 le vittime di incidenti stradali nel 2021” 

di Alice Capriotti
Lo scorso anno in oltre 17 mila incidenti stradali, i feriti risultano circa 23 mila, per un costo sociale di 1,8 miliardi di euro
Dei fiori in ricordo di vittime di incidente stradale

Dopo il grande rallentamento del 2020, dovuto principalmente al Covid, il 2021 ha segnato per il Lazio un incremento incidenti stradali, pari a 17.486, che hanno causato la morte di 288 persone e il ferimento di altre 23.048. Questo è dovuto dalla ripresa delle attività più o meno regolari dei cittadini, interrotte solo da alcuni periodi di lockdown, diversificati sul territorio. 

Vuoi la tua pubblicità qui?

I dati

L’ Istat ha diffuso oggi i risultati del report circa gli ‘Incidenti stradali nel Lazio 2021’. Rispetto al 2020, quest’anno sono aumentati gli incidenti del +31,5%, le vittime della strada del +10,3% e i feriti del +29,2%. Nel Lazio gli incrementi degli incidenti e dei feriti sono maggiori di quelli di tutta Italia, rispettivamente +28,4% e +28,6%; mentre la percentuale diminuisce quando parliamo del numero dei morti sulle strade, è uno dei più bassi a livello nazionale +20%.

Nei decenni 2001-2010 e 2011-2020 erano stati approvati dei programmi d’azione europei per la sicurezza stradale che prevedono di conseguire il dimezzamento dei morti per incidenti stradali. Per il nuovo decennio di iniziative 2021-2030, gli obiettivi europei prevedono di dimezzare ulteriormente il numero di vittime e di feriti gravi, il monitoraggio di specifici indicatori di prestazione, o Key Performance Indicators, che l’Italia si prepara a distribuire. Tra questi ultimi troviamo temi come: infrastrutture, veicoli, infrastrutture stradali, assistenza post-incidente. 

Incidenti stradali nel Lazio

Nel decennio 2001- 2010, nel Lazio, la percentuale delle vittime della strada è stata pari al -38,4%, al di sotto della media nazionale che si aggirava intorno al 42%. Al contrario nel periodo 2010-2021 si registrarono percentuali pari al-36,0% e il -30,1%. Nello stesso decennio l’indice di mortalità sul territorio regionale rimane invariato, ogni 100 incidenti 1,6 deceduti nel 2010 e 1,7 nel 2021, valore leggermente inferiore alla media nazionale pari a 1,9 decessi ogni 100 incidenti.

Nel Lazio il 37,5% degli utenti vulnerabili deceduti in un incidente stradale nel 2021 rappresentano un valore inferiore della media italiana pari al 43,9%. D’altro canto la percentuale aumenta quando si parla del ruolo che essi hanno avuto nell’incidente. Il loro peso relativo sul totale dei deceduti è superiore a quello nazionale, e arriva a toccare il 57,6% rispetto al 50,9%. 

Sempre in quest’ultimo decennio l’incidenza di pedoni deceduti è notevolmente aumentata nel Lazio, passando da 16,9% a 24,0%. Solo nel 2021 il costo dell’incidentalità stradale con lesioni alle persone è stimato 16 miliardi e 400 milioni di euro per l’intero territorio nazionale, e circa 1,8 miliardi di euro sono stati utilizzati per il Lazio, la regione quindi incide per il 10,9% sul totale nazionale. Nel periodo tra il 2020-2021 l’indice di lesività diminuisce a 131,8, diminuisce anche l’indice di mortalità, passando a 1,7 decessi ogni 100 incidenti, e quello di gravità che arriva a 1,2.

Dove avvengono più incidenti

Gli incidenti si verificano più spesso nei capoluoghi, sul litorale e nelle province di Roma, di Frosinone e di Rieti. Qui gli indici di mortalità e di gravità raggiungono valori più elevati rispettivamente, oltre 9 morti ogni 100 incidenti stradali. L’indice di lesività raggiunge i valori più elevati soprattutto tra i comuni delle province di Frosinone e Latina, oltre 149,9 feriti ogni 100 incidenti stradali. 

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo