Vuoi la tua pubblicità qui?
17 Maggio 2021

Pubblicato il

Lazio prima regione per la crescita del numero delle imprese

di Redazione

Zingaretti: "I risultati, da ultimo quelli diffusi oggi, danno ragione alle politiche messe in campo finora"

"Il Lazio è la prima regione d’Italia per crescita del numero delle imprese". Esulta Nicola Zingaretti commentando i dati diffusi oggi da Unioncamere sulla natalità e la mortalità delle imprese. 

"Un grande risultato – ha detto il presidente della Regione Lazio – che dimostra come una politica seria basata sul rispetto dei bilanci, su una programmazione di investimenti economici per lo sviluppo, sul corretto utilizzo dei fondi europei e sulla sinergia con le imprese rappresenti il modo migliore per far decollare l’economia di un territorio. Così si cambia".

“I numeri – ha spiegato il governatore – dicono che il Lazio è la prima per saldo positivo con 2.364 imprese in più in un solo trimestre, oltre 8.000 dall’inizio del 2018 e confermano la grande vitalità imprenditoriale del nostro territorio, un fuoco che vogliamo e dobbiamo continuare ad alimentare. La scelta di avviare un’impresa può maturare in molti modi, ma sicuramente rappresenta un atto di coraggio e di fiducia nel futuro, che è compito delle istituzioni supportare. Nel Lazio negli ultimi anni  abbiamo creato le migliori condizioni di contesto perché un’impresa possa non solo nascere, ma crescere e svilupparsi, favorendo così anche occupazione e benessere economico per i cittadini. I risultati, da ultimo quelli diffusi oggi, danno ragione alle politiche messe in campo finora e rappresentano la spinta per affrontare le nuove sfide che ancora ci attendono".

Vuoi la tua pubblicità qui?

 

Leggi anche:

Vuoi la tua pubblicità qui?

Istat: crolla la fiducia dei consumatori e delle imprese

Federlazio presenta "Go Business", il sistema di servizi per le imprese

Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento