19 Ottobre 2021

Pubblicato il

Le tradizioni della nostra Pasqua

di Redazione
di Donna Assunta Di Marzio

Nel periodo pasquale in tutta la nostra penisola non c’è luogo che sfugga alla tradizione. C’è una cosa che accomuna tutti, festeggiamo rompendo l’uovo di cioccolato. La prima sorpresa fu inserita all’inizio del cinquecento, quando qualcuno ebbe l’idea di inserire all’interno dell’uovo di cioccolato, un uovo di legno intarsiato con scene che rappresentavano la passione di Cristo. Del resto la Pasqua, ancora prima di assumere significati religiosi, è una festa che esiste da sempre, seppure con nomi e riti diversi. Sapevate che la colomba, conosciuta come dolce pasquale è il simbolo della riappacificazione tra Dio e gli uomini. Naturalmente non è solo la colomba a riempire le nostre tavole, ma sappiamo che ogni regione ha il suo dolce.

Si fanno per questa occasione torte al formaggio salate che la mattina di Pasqua mangeremo con salumi e uova sode. Naturalmente in questo periodo daremo libero sfogo alla fantasia, senza tralasciare la tradizione. La ricetta di questa settimana, sarà un ottimo consiglio su come riciclare la colomba avanzata.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Uova di Colomba

Vuoi la tua pubblicità qui?

Per 6 persone: 600 gr di colomba, 2 uova, 200 gr di riso, 750 ml di latte, un cucchiaio di zucchero, pangrattato, olio d’oliva, vanillina, un pizzico di cannella, zucchero a velo. Fate bollire 500 ml di latte con lo zucchero, la vanillina e la cannella. Unite il riso e cuocetelo per 15 minuti, finché avrà assorbito tutto il liquido. Fate ammorbidire la colomba nel latte rimasto. Aggiungete il riso freddo, le uova e mescolate. Dal composto ricavate delle palline a forma di uova, passatele nel pangrattato e friggetele in abbondante olio caldo, tamponandole con carta assorbente da cucina. Servite calde cosparse di zucchero a velo. Visto? Veloce, veloce, e buona Pasqua a tutti!

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo