Vuoi la tua pubblicità qui?
20 Ottobre 2020

Pubblicato il

Letta a Viterbo: “E’ questa l’Italia che conta”

di Redazione

Anche il Premier ha assistito al trasporto della Macchina di Santa Rosa

A Viterbo la protagonista assoluta della notte che è appena trascorsa è stata la Macchina di Santa Rosa, al suo quinto Trasporto, che è stato affidato ai Facchini, che si sono radunati alle 14 e hanno iniziato il giro delle sette chiese.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Ad assistere alla consueta manifestazione, anche il Premier Enrico Letta. Che, nell’osservare la traversata, ha dichiarato che il suo “governo è molto simile alla fatica dei Facchini nel sostenere il peso della Macchina”: barcolla, ma non cade.

E infatti, anche ieri, mentre Letta era a Viterbo, a Roma si consumava l’ennesimo scontro riguardante Silvio Berlusconi. Il tempo sarà profeta.

“Per me è la prima volta – ha continuato Letta – sono molto emozionato e colpito da questa festa. Mi fa piacere essere qui, nella capitale dell’Etruria, io che sono etrusco e ho un forte legame con questa terra”.
“Questo fiume bianco di persone – ha proseguito – è bellissimo: tutte queste persone che insieme cercano di fare la cosa più bella del mondo, ossia portare il campanile. È un’esperienza unica. Sono contento che ci sia tanta gente, che sia una bella giornata per Viterbo. È questa l’Italia che vogliamo valorizzare, l’Italia della cultura, che attrae tante persone, gente, attenzione”.

“Sulla cultura, infatti, abbiamo iniziato facendo un decreto i primi di agosto – ha concluso il Premier – un primo passo che finalmente dà qualcosa e non toglie. Io voglio che questo sia il cuore dell’Italia che produce, che attira, crea lavoro e riesce a far ripartire l’economia”.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento