Vuoi la tua pubblicità qui?
07 Maggio 2021

Pubblicato il

M5S usa foto di Berlusconi colto da malore, Ronzulli (FI): Sono sdegnata

di Redazione

"Sono sdegnata per la foto che compare sul profilo Instagram del M5S che ritrae, per sbeffeggiarlo, il Presidente quando ebbe un malore"

Una foto di Silvio Berlusconi ripreso semicosciente, vittima di un grave malore durante un comizio.
Viene usata oggi dal profilo instagram dei Cinque stelle per rappresentare con intenti probabilmente ironici la possibile reazione del leader di Forza Italia all'andamento positivo della produzione industriale. "Purtroppo al peggio non c'è mai fine e il M5S è riuscito a scendere ancora più in basso in quanto a sciacallaggio, squallore e disumanità. Sono sdegnata per la foto che compare sul profilo Instagram del M5S che ritrae, per sbeffeggiarlo, il Presidente Berlusconi quando ebbe un malore durante un comizio.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Accanto a lui, a sorreggerlo, c'era il suo medico personale, il compianto Umberto Scapagnini, deceduto 6 anni fa. Purtroppo per fare propaganda i grillini non esitano a deridere il dolore altrui e passare perfino sui cadaveri", commenta la vicepresidente dei senatori di Forza Italia, Licia Ronzulli.

Di Maio prende le distanze dal post

"Ho appreso ora di un post pubblicato sulla pagina Instagram del M5S senza che io ne sapessi nulla. Un post che ritengo del tutto infelice e di cattivo gusto e che non rappresenta in alcun modo i valori e le sensibilità del M5S. Ho immediatamente chiesto di rimuoverlo". Così in una nota Luigi Di Maio prende le distanze dalla foto del malore di Silvio Berlusconi pubblicata oggi dal profilo Istangram ufficiale del M5S per commentare la reazione che avrebbe Fi ai dati positivi della produzione industriale. Il post in questi minuti è stato cancellato. 

Vuoi la tua pubblicità qui?
Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento