Vuoi la tua pubblicità qui?
03 Dicembre 2021

Pubblicato il

“Meglio in carcere che a casa con mia moglie”

di Redazione

Era stato arrestato dai Carabinieri in borghese nella notte di venerdì dopo essere stato sorpreso a spacciare marijuana nel centro storico di Fondi a un ragazzo. Malgrado i successivi controlli domestici non avessero portato alla scoperta di ulteriori sostanze, questo non era servito a risparmiare le manette a un 41enne pregiudicato del posto. Nella giornata di sabato il Tribunale di Latina aveva proceduto alla convalida dell'arresto e all'assegnazione dei domiciliari.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Sembrava tutto finito ma è proprio al rientro a casa dell'uomo, avvenuto intorno alle 13, che è avvenuto il colpo di scena. La moglie, infatti, lo accolto tutt'altro che a braccia aperte ma, al contrario, ha manifestato la propria ira nei suoi confronti. Così il 41enne, esausto per i rimproveri della consorte, che non credeva alla sua innocenza, dopo circa 1 ora dal rientro a casa si è presentato presso la Tenenza locale, chiedendo di essere ricondotto in carcere perché aveva litigato con la moglie. Ovviamente, i militari sono stati colti di sorpresa dalla singolare richiesta ma alla fine hanno esaudito la volontà del 41enne, anche perché si era comunque in presenza di un reato. L'uomo è stato così condotto in una delle camere di sicurezza della compagnia di Terracina. Oggi i giudici si pronunceranno sulla paradossale vicenda, che sembra davvero essere tratta da una delle classiche commedie all'italiana.

Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo

Vuoi la tua pubblicità qui?