Vuoi la tua pubblicità qui?
17 Maggio 2021

Pubblicato il

Meningite, Regione Lazio: Stop morti assurde, genitori vaccinate i figli

di Redazione

"Auspichiamo che il Ministero della Salute valuti al più presto di farlo rientrare tra i necessari anche per accedere a scuola"

Lunedì se n' è andato via Federico, un adolescente romano di 15 anni, stroncato da una meningite fulminante, ieri un giovane 23enne del Sassarese è morto colpito da una meningite causata da meningococco Y.

Vuoi la tua pubblicità qui?

La meningite è una grave malattia dovuta all'infiammazione delle meningi, le membrane che rivestono il cervello. I sintomi principali della malattia sono febbre, nausea, vomito e irritazione delle membrane meningee che il paziente avverte come una forma di rigidezza dei muscoli nucali. 

L’unica misura veramente sicura ed efficace per prevenirla è la vaccinazione.

"La meningite è un fattore ancora presente, non debellato, e colpisce con una violenza inaudita, ed è per questo che noi consigliamo fortemente alle famiglie di vaccinare i figli" – ha dichiarato Alessio D'Amato, assessore alla Sanità della Regione Lazio, in un'intervista al "Messaggero". "Purtroppo il vaccino per la meningite non è tra quelli obbligatori – ha precisato l'assessore – e per questo auspichiamo che il Ministero della Salute valuti al più presto di farlo rientrare tra i necessari anche per accedere a scuola.

Intanto, ho già dato mandato alla nostra equipe tecnico – scientifica di valutare se, come Regione, siamo nelle condizioni per agire motu proprio rendendolo obbligatorio" – ha spiegato D'Amato. Questo perché – prosegue l'assessore Regionale – anche una singola vita è importante e Federico ci dice che di meningite si continua a morire". 

Vuoi la tua pubblicità qui?
Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento