Vuoi la tua pubblicità qui?
23 Settembre 2021

Pubblicato il

Meteo, torna la neve sulle montagne della Ciociaria

di Redazione
Imbiancata Campo Catino, i fiocchi si sono spinti fino alla zona alta di Filettino. L'estate è ancora lontana

Bel tempo indietro tutta. Chi si aspettava che con l'avvicinarsi del mese di giugno si sarebbe andati inevitabilmente incontro alla bella stagione resterà deluso. Negli ultimi tre giorni la primavera ha mostrato il lato instabile della primavera, dopo una prima parte del mese caratterizzata dal bel tempo e da temperature che nella nostra regione hanno raggiunto e in alcuni casi varcato i 30 gradi. Un esempio lampante è quello della Ciociaria, dove soltanto cinque giorni fa la colonnina di mercurio si era impennata, superando in alcuni casi di oltre 35 gradi. Addirittura, nella stazione meteorologica di Alatri Basciano sono stati misurati 36,1 gradi.

Ma, come vi sarete senz'altro accorti, le condizioni meteorologiche sono radicalmente cambiate. L'anticiclone africano, responsabile della fase calda e stabile, ha abbandonato la nostra penisola, scalzato bruscamente da un vortice perturbato proveniente dal Nord Europa, colmo di aria fredda. "Erik", questo il nome attribuito alla perturbazione dall'Università di Berlino (l'unico ente legittimato dalla comunità scientifica a svolgere questa mansione), ha fortemente destabilizzato il tempo prima al Nord Italia, determinando forti nubifragi temporaleschi spesso a carattere grandinigeno, poi al Centro.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Una volta che la saccatura è penetrata nel Mediterraneo si sono formati in rapida successione due vortici secondari, che si sono isolati dalla circolazione principale, andando a formare quelle che nel gergo sono definite "gocce fredde", foriere di rovesci e temporali sparsi. In questo caso, essendo il vortice colmo di aria fredda, i fenomeni sono stati accompagnati da un corposo abbassamento delle temperature, che in alcune località sono addirittura scese sotto la media del periodo.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Addirittura in alcune zone dell'Appennino laziale sono caduti anche alcuni fiocchi di neve. Per esempio, come è possibile osservare dalla foto all'interno dell'articolo, i fiocchi hanno fatto la loro comparsa a Campo Catino, ma la neve ha attecchito anche sul Monte Viglio e, secondo alcune fonti, alcune fioccate si sarebbero spinte nella parte alta di Filettino.

Anche la giornata di oggi sarà caratterizzata da marcata instabilità e quindi episodi analoghi non sono esclusi, anzi. In generale, scrutando le mappe previsionali,sembra che al momento non si intravedano nel breve-medio termine miglioramenti delle condizioni meteorologiche. Maggio dovrebbe concludersi con una serie di impulsi nord atlantici, il che significa che avremo tempo fresco e spesso piovoso. Chi si aspettava una partenza a razzo dell'estate resterà deluso: la bella stagione è ancora lontana.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo