Vuoi la tua pubblicità qui?
30 Ottobre 2020

Pubblicato il

Minorenni segregati in un tugurio a Priverno: tre arresti

di Redazione

4 giovani clandestini ostaggio di una banda che puntava a estorcere denaro ai familiari, che li attendevano in Italia

Segregati in un tugurio in Via della Stazione a  Priverno, sopra un negozio di frutta gestito da un egiziano. E' accaduto a quattro giovani nordafricani, di età compresa fra i 15 e i 17 anni. I poveri minorenni erano vittima di una banda di aguzzini, formata da due egiziani e un marocchino tra i 25 e i 30 anni, i quali puntavano a estorcere denaro ai familiari dei ragazzi, che erano approdati da qualche tempo in Italia e attendevano l'arrivo dei figli, giunti nel nostro paese da clandestini, al termine di un viaggio che aveva come meta Ragusa. 

Vuoi la tua pubblicità qui?

E' qui che gli scafisti avevano affidato i minorenni ai malviventi, che non si accontentavano di ricevere il denaro pattuito ma chiedevano sempre di più. Questo meccanismo è emerso grazie alla denuncia sporta dal fratello di una delle vittime, un pizzaiolo che lavorava a Milano, che aveva raccontato alla Polizia di aver già corrisposto 1000 mille euro agli aguzzini, senza che gli fosse garantito di riabbracciare il suo parente.

I dettagli raccontati dal ragazzo sono stati determinanti nel fornire agli inquirenti elementi utili per rintracciare i minorenni segregati. Nella giornata di ieri, è arrivato dunque il blitz degli agenti della seconda sezione della Squadra Mobile, che ha portato all'arresto dei due egiziani e del marocchino.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Stando alle notizie trapelata, pare che le indagini siano ancora in corso e potrebbero far emergere ulteriori particolari su questa inquietante vicenda.

 

Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento