06 Marzo 2021

Pubblicato il

Montecompatri, otto arresti per droga, eroina già suddivisa in dosi e ovuli FOTO

di Redazione

Alcuni arrestati sono al policlinico Tor Vergata per sospetto di ingestione ovuli

E' partita questa mattina, 21 febbraio, una vasta operazione di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, Coordinata dalla Procura della Repubblica di Roma, in via S. Maria le quinte, nel Comune di Montecompatri. Circa 80 i caschi bianchi romani, appartenenti ai gruppi SPE, GSSU, P.G. Procura e ROCS del Comando Generale, che diretti dal Comandante Antonio Di Maggio, hanno eseguito le perquisizioni contemporaneamente in cinque appartamenti e due locali commerciali. Otto gli arrestati, tutti facenti parte di un sodalizio criminale di etnia centrafricana, che, come emerso da indagini ed attivita' tecnico investigative, riforniva di sostanza stupefacente le zone di Borghesiana, Finocchio, Montecompatri, Zagarolo e San Cesareo, divenendo punto di riferimento anche di piccoli spacciatori al dettaglio.

Nel corso delle attivita', che hanno visto la collaborazione delle unitá cinofile dell'arma dei Carabinieri, sono stati rinvenuti e sequestrati numerosi quantitativi tra eroina, hashish e marijuana, in alcuni casi giá suddivisi in ovuli e singole dosi, oltre a sostanze da taglio, bilancini di precisione e materiale per il confezionamento. Le persone tratte in arresto sono state condotte all'istante a loro stessa tutela presso il policlinico Tor Vergata, forte il sospetto infatti, da parte degli investigatori, che taluni di loro, potessero avere ingerito degli ovuli durante le primissime fasi dell'operazione, al fine di occultare la sostanza alle ricerche degli agenti.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Gli stupefacenti sequestrati 

 

Gli ovuli contenenti sostanze stupefacenti 

Vuoi la tua pubblicità qui?

Leggi anche:

Ostia, 141 indagati all'ospedale Grassi: analisi gratis a parenti e amici

"Gaia", mangiaplastica inaugurata ieri ad Anagnina già vandalizzata e fuori uso 

 

 

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento