Vuoi la tua pubblicità qui?
07 Maggio 2021

Pubblicato il

Montelibretti, banda di ladri sfonda la vetrina della Unicredit

di Redazione

Banda di rapinatori trascina il bancomat della Unicredit per il centro del paese prima di sparire nel nulla

"Spaccata" notturna sabato notte a Montelibretti  intorno alle ore 3,30 del mattino. Una banda di ladri  incappucciati a bordo di  un camioncino usato come "ariete" per sfondare la vetrina della banca,  ha assaltato la filiale della Unicredit di Corso Umberto, nel centro del paese , sradicando lo sportello bancomat dalle mura dello stabile.  Stando ai racconti di alcuni testimoni il  bancomat, collegato al camion probabilmente da cavi di acciaio è stato " strappato" dalla parete e trascinato per  centinaia di metri lungo le vie principali di Montelibretti (danneggiando anche alcuni veicoli parcheggiati lungo la strada a causa dell' oscillamento del dispositivo da una parte all' altra della carreggiata)  fin quasi all'estremità del paese, dove i malviventi, in tutta tranquillità , lo hanno caricato su un altro veicolo per poi dileguarsi nella notte. Il frastuono causato da un bancomat trascinato per strada non passa inosservato e tempestive  sono state le chiamate ,da parte di alcuni cittadini allertati , alla centrale operativa  dei  carabinieri della compagnia di Monterotondo.  Ma  quando i militari sono giunti sul posto i ladri erano ormai  scomparsi con lo sportello e i contanti in esso contenuti. Al momento i responsabili della filiale Unicredit di Montelibretti  non hanno ancora reso pubblico l' ammontare del bottino della rapina, mentre proseguono le indagini dei carabinieiri di Monterotondo insieme ai colleghi della stazione di Montelibretti. Al vaglio degli inquirenti anche  i filmati delle videocamere di sorveglianza, che potrebbero aver ripreso la scena e che potrebbe aiutare a identificare gli  uomini e veicoli che hanno preso parte al colpo.

Vuoi la tua pubblicità qui?
Vuoi la tua pubblicità qui?
Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento