21 Ottobre 2021

Pubblicato il

Monti Lepini, torna l’allarme cinipide del castagno

di Redazione
La XVIII Comunità Montana dei Monti Lepini scrive alla Regione Lazio

La buona produzione di castagne e marroni dello scorso anno ha illuso produttori e tecnici che pensavano di aver trovato la soluzione per sopperire alla problematica del cinipide del castagno. Purtroppo la realtà odierna dimostra che le valutazioni compiute non erano del tutte corrette.

Vuoi la tua pubblicità qui?

La XVIII Comunità Montana dei Monti Lepini, assessore all’agricoltura Stefano Salvitti e il Presidente Fabrizio Di Paola, hanno scritto una lettera indirizzata a Maurizio Martina (Ministero delle Politiche Agricole), al Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e all’assessore all’agricoltura Regione Lazio Carlo Hausmann per informare dell’allarme cinipide.

Vuoi la tua pubblicità qui?

“Con la fioritura dei castagni iniziata in questo scorcio di primavera, nei territori ricadenti nell’ambio territoriale della XVIII Comunità Montana dei Monti Lepini Area Romana, Montelanico, Segni, Carpineto Romano, Artena e Gorga, si è registrata una gravissima recrudescenza del cinipide del castagno così significativa da annullare i miglioramenti ottenuti negli anni precedenti tramite la lotta biologica”.

Vuoi la tua pubblicità qui?

La lettera continua: “E’ ormai compromessa per i nostri produttori la stagione in corso ma al fine di evitare il ripetersi della situazione attuale è assolutamente necessario predisporre un piano straordinario di intervento, pluriennale, volto alla risoluzione definitiva del problema come avvenuto già in altre Regioni”. 

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo