Giovane vittima

Terracina, morto 28enne No Vax: si era tolto il casco dell’ossigeno

La Asl di Latina ha comunicato all’Unità di Crisi Covid il decesso di un giovane di 28 anni non vaccinato avvenuto nella giornata di ieri presso l’ospedale Goretti di Latina. L’uomo residente a Terracina, in provincia di Latina, era giunto al Pronto soccorso di Terracina il 16 gennaio scorso ed è stata diagnosticata infezione da SarsCov2 e insufficienza respiratoria grave. Successivamente trasferito il 17 gennaio all’ospedale Goretti di Latina nel reparto di Terapia Intensiva Covid, con progressivo ulteriore aggravamento che ha portato al decesso dell’uomo.

Si era tolto il casco dell’ossigeno

Il ragazzo si era strappato di dosso il casco dell’ossigeno, per poi lasciarsi convincere quando era troppo tardi. La situazione si era infatti aggravata ulteriormente e per il ragazzo non c’è stato nulla da fare. Il decesso è arrivato 5 giorni dopo l’intubazione. Un altro, ennesimo, avvenimento sconcertante che si verifica a causa del Covid-19 per tutti coloro che sottovalutano la questione.

Il padre in condizioni simili

Anche il padre, non vaccinato, si trova attualmente in una condizione di difficoltà. “È attualmente intubato” ha dichiarato la Asl di Latina in merito alle sue condizioni. “Quando i no vax arrivano in ospedale non sono ai primi sintomi, arrivano già in gravi condizioni perché c’è la negazione della malattia. È fondamentale vaccinarsi e recarsi in ospedale ai primi sintomi senza aspettare troppo a lungo” ha dichiarato la dg della Asl di Latina Silvia Cavalli.

Le parole di D’Amato

E’ di questo avviso anche l’Assessore alla Sanità D’Amato: Il Covid colpisce duramente anche i giovani. E’ importante fare la vaccinazione, è troppo pericoloso“. Un messaggio, l’ennesimo, che invita a vaccinarsi contro un virus che continua, inevitabilmente, a bussare nelle porte di tutti noi.