Vuoi la tua pubblicità qui?
13 Maggio 2021

Pubblicato il

Omicidio Gilberta Palleschi, l’assassino chiede perdono

di Redazione

Sarebbe pronto a inviare un messaggio ai familiari. Nel frattempo emerge che ha venduto i gioielli di Gilberta

Chiederà scusa alla famiglia di Gilberta. Antonio Palleschi ha confidato al suo legale l'intenzione di chiedere scusa alla famiglia della sua vittima. Sembra pronto a chiedere scusa alla famiglia. Stando a quanto riferisce "Il Messaggero", Antonio Palleschi, l'assassino dell'omonima (ma non parente) Gilberta Palleschi avrebbe affidato ai suoi legali un messaggio da recapitare alla madre e al fratello dell'insegnante di Sora e segretario regionale dell'Unicef.  Le modalità con la quale questo messaggio di scuse verrà inoltrato non sono ancora note ma fa comunque notizia il rammarico per il folle gesto compiuto, che molto probabilmente non potrà certo cambiare il giudizio della gente comune sulla sua persona e che sicuramente non influirà sulla sua posizione giuridica, assai delicata.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Come già abbiamo riportato ieri, sono spuntati dei pesanti precedenti nel passato di Antonio Palleschi e le perquisizioni dei Carabinieri nella sua abitazione hanno permesso di rintracciare i seguenti oggetti: pantaloni da uomo con tracce di sangue, due reggiseni e una parte di un reggiseno, due vestiti da donna e del materiale pornografico. I militari dovranno indagare approfonditamente per capire a chi appartengono questi indumenti. Inoltre, nella giornata di ieri è emerso che il 5 e il 6 novembre l'assassino aveva venduto a due negozi "Compro Oro" della zona di Sora un orecchino e parti di un bracciale e di una collana in oro bianco appartenenti a Gilberta Palleschi, per un totale di 299 euro. E' stato il titolare di questi negozi a segnalare la vendita dopo aver visto la foto di Antonio Palleschi sui giornali.

Vuoi la tua pubblicità qui?

 

Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento