Vuoi la tua pubblicità qui?
30 Novembre 2020

Pubblicato il

Oriolo Romano, la Faggeta di Monte Raschio diventa Patrimonio Unesco

di Redazione

Si festeggia l’iscrizione nel Patrimonio Mondiale dell’Umanità Unesco della Faggeta di Monte Raschio di Oriolo Romano

Domenica 10 Dicembre si terranno i festeggiamenti per celebrare l’iscrizione nel Patrimonio Mondiale dell’Umanità Unesco della Faggeta di Monte Raschio di Oriolo Romano (Viterbo), tra le “Foreste primordiali dei faggi dei Carpazi e di altre regioni d'Europa”. Primo sito “naturale Unesco” del Lazio, insieme alla Faggeta del Cimino di Soriano nel Cimino. Prima d’ora esistevano in Italia solo quattro siti iscritti nel Patrimonio Mondiale Naturale dell’Unesco: l'Etna, le Dolomiti, le Isole Eolie e Monte San Giorgio. Dallo scorso 7 Luglio 2017 in estensione del “Primeval Beech Forests of the Carpathians and Other Regions of Europe” sono state iscritte anche dieci Faggete italiane (cinque nel Parco nazionale d’Abruzzo,Lazio e Molise; una nel Parco nazionale del Pollino; una nel Parco nazionale del Gargano; una nel Parco nazionale delle Foreste Casentinesi; la Faggeta del Cimino di Soriano e la Faggeta di Monte Raschio di Oriolo R. nel Parco Naturale Regionale Bracciano-Martignano.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Questa iscrizione ha, peraltro, consentito all'Italia di mantenere il primato mondiale dei Siti Unesco con 53 iscrizioni complessive. La candidatura è stata coordinata e realizzata dal Parco Nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise, con i ricercatori ed i professori dell' Università della Tuscia Di Filippo e Piovesan che insieme ad altri scienziati europei hanno portato a buon fine il prestigioso progetto. Fatta questa doverosa premessa, è ora il tempo dei festeggiamenti.

Domenica 10 dicembre 2017 si terrà anche la XVII edizione della Fiaccolata d’ inverno da Monte Raschio. L’evento quest’anno sarà in concomitanza con la Festa per il riconoscimento ottenuto dalla Faggeta vetusta di Monte Raschio iscritta nel Patrimonio mondiale dell'umanità Unesco. Saranno organizzate: escursioni, mostre, esibizioni coristiche e un convegno. E naturalmente la tradizionale fiaccolata, quest'anno in edizione straordinaria. Ecco il programma della manifestazione: Ore 10, Convegno "La faggeta di Monte Raschio" – Patrimonio Unesco – Una sfida vinta e le prospettive per il futuro”, nella Sala degli Avi di Palazzo Altieri con la partecipazione degli artefici della candidatura (PNALM e UNITUS); delle le Autorità politiche regionali e direzione regionale capitale naturale parchi e aree protette; delle Autorità provinciali e comunali (Oriolo R. e Soriano nel Cimino); i rappresentanti del Parco Naturale Regionale Bracciano-Martignano; delle Organizzazioni ambientali (Legambiente, Ass.Beni Italiani Patrimonio Mondiale Unesco); dei rappresentanti del Cai di Viterbo e di Federtrek.

Partiranno poi quattro escursioni che, attraverso straordinari territori, convergeranno alla vetta di monte Raschio nel cuore della Faggeta Patrimonio mondiale dell'umanità Unesco. Partenze da Trevignano, Bracciano, Veiano, lunghe 15 km circa e da Oriolo. Difficoltà E. Per ulteriori informazioni e prenotazioni sulle singole escursioni comunicheremo a breve i relativi contatti: Ore 11 da Trevignano – Cai Roma; -Ore 11 da Vejano – Cai Viterbo; Ore 11 da Bracciano – Sentiero Verde – Federtrek; Ore 14.30 da Oriolo 8 km circa Difficoltà E. Ore 16.30, Posa della targa in vetta e sosta con thè. Partenza della fiaccolata alle ore 17.15. Ore 18.00 esibizione dei cori del CAI di Roma, del CAI di Viterbo, dell’ ANA Associazione Nazionale degli Alpini. Ore 19.30 Ristoro con polenta, funghi, vin brulé, cioccolata calda. Quota di partecipazione € 5 per contributo spese per torcia e ristoro.

Vuoi la tua pubblicità qui?

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA entro il 3 dicembre con SMS o telefonando al n. 339 5296159 oppure via mail all’indirizzo info@ass-elfo.it I biglietti verranno distribuiti in giornata nei punti d’incontro. Note: Uso di scarponcini adatti alle escursioni. Portare delle lampade frontali o tascabili. Si avverte che con un non corretto uso della torcia in mano, oltre alla possibilità di creare incendi, si potrebbero danneggiare anche i propri abiti.

Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento