25 Febbraio 2021

Pubblicato il

Sos 118

Palestrina, chiamato soccorso per ragazza in codice rosso ma le ambulanze sono bloccate in ospedale

di Redazione

La ragazza che aspettava un soccorso in codice rosso in una zona periferica di Palestrina era in attesa di un'ambulanza

uomo gambizzato cinecittà

Un incidente in via Fontana Vazza a Palestrina nel pomeriggio di mercoledì 11 novembre. Viene chiesto il soccorso per una ragazza che ha bisogno di aiuto ed è in codice rosso. All’ospedale di Palestrina, da poco ridesignato ospedale Covid le ambulanze sono bloccate con i pazienti all’interno, come sta succedendo in molti ospedali romani. Il protocollo dell’accoglienza dei malati Covid e la difficoltà a sopportare il numero, alto dei contagiati, rendono le ambulanze ostaggio dei pazienti e viceversa.

Il 118 parte dal Policlinico Casilino

Allora i soccorsi per la ragazza devono arrivare da più lontano. Risponde il Policlinico Casilino. E’ da lì che parte l’ambulanza del 118 per soccorrere la ragazza. Il tempo passa inesorabile e qualcuno che intanto assiste la ragazza nel luogo dell’incidente decide di trasportarla in macchina verso l’ospedale più vicino. Una decisione presa di getto e sicuramente a fin di bene che però normalmente è sconsigliata a causa dei rischi che si corrono a trasportare un paziente malato e per giunta, a quanto sappiamo, in codice rosso. Il 118 che accorreva dal Policlinico Casilino a quel punto cambia direzione per portare aiuto ad altri. Al momento non si conoscono altri particolari sulla natura dell’incidente e neppure sulle condizioni della ragazza.

Vuoi la tua pubblicità qui?

La notizia è in aggiornamento ma da subito una riflessione è necessaria: attenzione, non esiste solo il Covid. Altre patologie, ancora più gravi, altre urgenze ancora più impellenti non devono essere trascurate.

Incidente San Cesareo, casello A1. Scontro tra auto: 2 persone ferite

Vuoi la tua pubblicità qui?

Ranucci: “Tutto quello che Report ha svelato sulla gestione del Covid”

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento