Vuoi la tua pubblicità qui?
06 Maggio 2021

Pubblicato il

Parenti di Loris Stival “stipendiati” da Mediaset

di Redazione

Su questa storia, non sono ancora arrivate risposte o smentite ne' da Mediaset ne' da Barbara D'Urso

Duemila euro per partecipare a "Domenica Live". Tremila per "Segreti e Delitti", in prima serata, sempre su Canale 5. Anche rateizzabili. Non erano sgraditi neppure alcuni "extra", come raccomandazioni per posti di lavoro e il pagamento di cure mediche. Questo il tariffario che, come hanno scritto la Repubblica e Il Fatto Quotidiano, Mediaset ha "trattato" con i familiari di Veronica Panarello, la giovane mamma di Santa Croce Camerina, in provincia di Ragusa, accusata di aver ucciso il figlio Loris di otto anni, il 29 novembre 2014. I due quotidiani hanno riportato le intercettazioni contenute nelle carte depositate presso la Procura di Ragusa dagli inquirenti. Questi ultimi hanno chiuso le indagini contro Veronica Panarello e si apprestano a chiederne il rinvio a giudizio con l'accusa di omicidio aggravato. In queste carte c'è scritto che Carmela Anguzza e Antonella Panarello, ovvero la madre e la sorella di Veronica, "hanno trovato un'ottima risorsa economica nei proventi derivanti dalle loro partecipazioni a programmi televisivi, nei giorni [successivi al delitto], mutando totalmente il contenuto delle loro dichiarazioni rese davanti agli organi inquirenti. Davanti alle telecamere, le due fanno dichiarazioni totalmente contrastanti con quanto riferito [prima agli inquirenti]".                    

Vuoi la tua pubblicità qui?

Se ne deduce che le ospitate televisive (dove ogni intervista veniva sempre preparata a tavolino dagli autori) hanno rappresentato per Carmela e Antonella un vero e proprio lavoro. Andare a parlare davanti alle telecamere dell'omicidio di un bambino di otto anni, il loro nipote, è stato per le due donne una fonte di reddito sicura. Dalle carte viene fuori questa intercettazione tra Carmela Anguzza, madre di Veronica, e un giornalista di "Domenica Live". La telefonata è del 21 gennaio 2015. Si parla di una nuova partecipazione di Carmela alla trasmissione di Barbara D'Urso. La mamma di Veronica prima dice che non vuole tornare in tv a parlare della figlia perché le sembra di fare "sciacallaggio". Mediaset gli offre 2000 euro. Carmela ribatte che la cifra è troppo bassa perché la volta scorsa le avevano dato 3500 euro. Allora Mediaset rilancia 2000 euro più il pagamento di cure mediche per il figlio. Carmela tentenna. Mediaset assicura altri "regali" al figlio. A questo punto Carmela, dopo essersi consultata con i familiari, accetta di andare, ma chiede che il pagamento venga effettuato entro 30 giorni, non 60 come vogliono quelli di Mediaset, perché "ho bisogno subito di soldi". In un'altra intercettazione, Barbara D'Urso parla al telefono con Carmela e le detta cosa dire in tv. Si legge sulle carte: "La D'Urso dice alla Anguzza che deve tornare in trasmissione a dire che ha visto sua figlia e che Veronica, guardandola negli occhi, le ha detto che è innocente". "Dobbiamo rimanere sul pezzo" dice Barbara D'Urso a Carmela "altrimenti l'opinione pubblica si convince sempre più che Veronica è colpevole". Invece Antonella Panarello, la sorella di Veronica, non fa storie davanti ai pagamenti rateizzati di Mediaset. Nelle carte si legge che Antonella non si lamenta che i soldi arrivino, come dice lei, "pezzi a pezzi", perché comunque, "è come se mi dessero uno stipendio".                 

Su questa storia, non sono ancora arrivate risposte o smentite ne' da Mediaset ne' da Barbara D'Urso. Sulla pagina Facebook della D'Urso…  solo foto con la bocca a culo di gallina.

Vuoi la tua pubblicità qui?
Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento