25 Ottobre 2021

Pubblicato il

Piccoli Comuni, Mattia: Fondamentale la legge per indennità ai sindaci

di Redazione
"Il sindaco è quasi sempre, anche dipendente, funzionario e dirigente, quello che arriva per primo al mattino e va via per ultimo"

“Bisogna riconoscere ai sindaci, anche a quelli dei piccoli comuni, un’indennità minima congrua per consentire loro di svolgere quel ruolo, così delicato e di grande responsabilità, a servizio della propria comunità. Al di là della demagogia, soprattutto nei comuni più piccoli il sindaco, oltre ad avere responsabilità diretta in tema di sanità, pubblica sicurezza, igiene pubblica e polizia giudiziaria è, quasi sempre, anche dipendente, funzionario e dirigente, è colui che lavora manualmente quando c’è da organizzare un’iniziativa, quello che arriva per primo al mattino e va via per ultimo.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Ben venga, quindi, la proposta di legge presentata oggi alla Camera dal Partito Democratico (a firma Claudio Mancini, Serse Soverini e Gian Mario Fragomeli), e dalla Lega delle Autonomie, sottoscritta anche da amministratori locali di diverse forze politiche, per riconoscere un’indennità minima di 1.500 euro netti, per i sindaci”.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Lo dichiara Eleonora Mattia (Pd), presidente della IX Commissione consiliare del Lazio ed ex vice sindaco di Valmontone che aggiunge: “Oggi più che mai abbiamo il dovere di essere vicini ai piccoli comuni e a chi si impegna per amministrarli. Anche, in Regione Lazio, nell’ultima legge di stabilità e di bilancio abbiamo votato un emendamento che ho presentato al fine di eliminare, per i comuni fino a 15.000 abitanti, la compartecipazione obbligatoria nei finanziamenti regionali che la prevedono”.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo