Vuoi la tua pubblicità qui?
11 Maggio 2021

Pubblicato il

Primarie Pd. Clima rovente, Martina a Zingaretti: Ingiusto e ingeneroso

di Redazione

"Prima si capisce che i nostri veri avversari sono Salvini e Di Maio prima si dà una mano concreta al Pd e all'Italia"

Si avvicina l'appuntamento con le elezioni primarie del Partito Democratico per eleggere il nuovo segrtetario nazionale e i componenti dell' Assemblea Nazionale. Manca ormai una settimana all'appuntamento del 3 marzo. I candidati sfidanti sono tre: Maurizio Martina, Roberto Giachetti e Nicola Zingaretti. Il clima all'interno del Pd è tutt'altro che sereno e compatto.

Vuoi la tua pubblicità qui?

A infiammare il clima ci pensa il governatore del Lazio, Nicola Zingaretti, che a una domanda sulla possibile alleanza tra i candidati Giachetti e Martina, risponde al Tg24 di Sky: "Non so se sono alleati contro di me, penso di no; sono stati due protagonisti di primissima linea di una stagione che ci ha portato alla sconfitta del 4 marzo. Il Pd deve voltare pagina, dobbiamo cambiare passo, mettere in campo un nuovo gruppo dirigente".

Vuoi la tua pubblicità qui?

Al colpo vibrato da Zingaretti, risponde stizzito l'ex ministro Martina: "Dovessi guardare a questi anni, domanderei a tanti che ora fanno gli alternativi dove sono stati. Non si può dire che abbiamo avuto solo stagioni di sconfitte. E' ingiusto e ingeneroso". Secondo Martina, "se prevale ancora la logica del nemico – amico il Pd è a rischio. Bisogna salvare il Pd per dare una speranza al Paese contro questa destra", dichiara.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Nella disputa è intervenuto anche Lorenzo Guerini, figura di peso della mozione Martina: "Senza polemica ma è davvero difficile capire le affermazioni di Zingaretti di oggi, visto che è sostenuto da un numero più che significativo di ministri dei governi del Pd. Prima si capisce che i nostri veri avversari sono Salvini e Di Maio prima si dà una mano concreta al Pd e all'Italia. O si vuole continuare nel solito vizio delle divisioni interne?".

Zingaretti infine ha rivolto parole di "solidarietà e vicinanza personale a Matteo Renzi. I suoi genitori non vanno sottoposti a lapidazione mediatica. L'accusa non è una condanna, questo elemento di civiltà non lo dobbiamo mai abbandonare", ha esortato il governatore del Lazio.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento