Vuoi la tua pubblicità qui?
15 Aprile 2021

Pubblicato il

Ragazzo 17enne morto a Tarquinia: donati gli organi

di Redazione

Luca Perugini aveva più volte detto ai genitori che se fosse morto avrebbe voluto che fosse effettuata la donazione

Sono stati prelevati nella notte gli organi di Luca, Perugini il 17enne di Tarquinia morto ieri al Policlinico Gemelli dove era stato ricoverato in gravissime condizioni. Il ragazzo era stato travolto da un'auto lunedì scorso mentre era seduto con la fidanzata su una panchina all'interno del parco "Aldo Moro".

Più volte il giovane aveva manifestato ai genitori il desiderio di mettere a disposizione i propri organi qualora fosse morto. La sua volontà è stata rispettata e così il fegato e un rene dello sfortunato ragazzo hanno salvato la vita a due persone in lista di attesa per un trapianto al Policlinico di Tor Vergata di Roma. Un altro rene, invece, è stato destinato al Centro Trapianti della Calabria, mentre le cornee saranno presto donate per ridare la vista ad altre persone.

Vuoi la tua pubblicità qui?

 I genitori di Luca potranno essere orgogliosi della sensibilità mostrata  dal ragazzo, dato che a 17 anni non è frequente coltivare pensieri del genere. Ma è ovvio che nulla potrà cancellare un dolore così grande come quello derivante dalla perdita di un figlio. Per giunta la dinamica che ha portato alla sua morte è stata davvero assurda e ancora da chiarire. La Polizia stradale sta cercando, infatti, di capire come è stato possibile che la Mercedes Classe A guidata da un 22enne sia finita contro una panchina del parco "Aldo Moro", dove erano seduti Luca e la fidanzata. Il conducente, risultato negativo agli esami tossicologici, avrebbe detto di aver avuto un colpo di sonno.

Nel frattempo, Tarquinia è sconvolta per quanto è avvenuto: l’assessore ai Lavori Pubblici, Anselmo Ranucci, sul suo profilo Facebook ha scritto: "Un senso d’impotenza, un dolore che ci colpisce al cuore in maniera devastante. Un altro giorno amaro che distrugge due famiglie, addolora Tarquinia intera. Una perdita straziante che non dimenticheremo mai. Ciao Luca".

In questi tristi giorni vi è quantomeno una buona notizia: la fidanzatina di Luca non rischia la vita. La giovane ha infatti rimediato "soltanto" una frattura alla gamba

Vuoi la tua pubblicità qui?

 

 

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento